La strage silenziosa del freddo, senzatetto morto a Verona

Senzatetto morto a Verona per il freddo. Il corpo senza vita dell’uomo di 45 anni è stato rinvenuto da alcuni passanti nella serata di sabato 28 dicembre 2019. La chiamata ai soccorsi non è servita a salvare la vita al clochard di origine nigeriana. Il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’extracomunitario. Nelle prossime ore il magistrato potrebbe autorizzare l’autopsia sull’uomo anche se la causa della morte dovrebbe essere ipotermia. In questi ultimi giorni le temperature sono diventate rigide al Nord Italia e la notte per i senzatetto è sempre a rischio.

Il corpo senza vita del 45enne è stato rinvenuto in un giardino pubblico a Verona. Durante una passeggiata alcuni passanti hanno notato il clochard che non respirava e da qui la chiamata al personale del 118 che non ha potuto fare altro che constatare la morte del senzatetto. La vittima era seguita dalla Ronda della Carità, una Onlus che dà assistenza a queste persone durante il periodo invernale con pasti caldi e coperte per combattere le temperature rigide.

Il clochard morto a Verona non è il primo. Un bilancio destinato ad aggravarsi ancora di più nelle prossime ore. La strage silenziosa del freddo sembra non avere fine visto che in Italia nelle ultime ore le temperature hanno avuto un brusco abbassamento. Il rischio per i senzatetto è quello dell’ipotermia, specialmente nella notte quando il termometro potrebbe scendere anche sotto lo zero. Le associazioni onlus sono al lavoro per assicurare pasti caldi e coperte ai clochard anche se non sempre questi accorgimenti salvano la vita ai senzatetto. Una strage silenziosa che da tempo si registra nel nostro Paese.

Circa Redazione

Riprova

Luglio a testa in su: con la Superluna lo spettacolo ha inizio

Non c’è nulla di più magico e suggestivo che trascorrere le sere d’estate in luoghi …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com