La magnifica ricchezza della diversità: “Cenando” a Villa Alma Plena

Casagiove (CE). In tanti, hanno partecipato alla 14esima edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso”, la terza che si è svolta negli ampi spazi verdi di Villa Alma Plena, nota location per ricevimenti, curata per l’ottimo food dallo chef resident Salvatore Spuzzo, che ha coordinato anche stavolta il settore portante, e si è distinto pure nella qualità di autore de “Le meraviglie del nostro giardino”, prelibato dessert composto dai prodotti coltivati nella tenuta: ciliegie, mandorle, agrumi, ecc..; una creazione golosa  progettata proprio per esaltarne le particolari sfumature di gustoSul palco, in zona piscina, tra cuochi, pizzaioli, panificatori, pasticcieri si è arrivati alla cifra di 160, inclusi i 12 stellati, compresi i produttori.

Scopo di questa edizione estiva  2022: organizzare lezioni di cucina per diversamente abili, una cena di Natale al centro Don Orione e, in parte, sostenere un laboratorio ludico didattico per persone affette da sindromi schizofreniche, e donare pure giocattoli ai bimbi ricoverati nel reparto di Nefrologia del Santobono Pausilipon.

Sul palco, si sono alternati vari artisti solidali invitati: Francesco Albanese, Maria Bolignano, Marianna Bonavolontà, Anna Capasso, Massimiliano Cimino, Stefano De Clemente,  Enzo Fischetti, Giuseppe Moscarella, Monica Sarnelli, Michele Selillo, Ciro Torlo e ancora altri esponenti del panorama musicale, teatrale e televisivo nazionale; ha presentato Ida Piccolo.

Grande coinvolgimento di pubblico quando si è esibita l’esplosiva Anna Capasso, cantante e attrice sempre più richiesta. Grazie alla sua notevole verve oltre che alla indiscutibile bravura e dinamicità, è riuscita come sempre a scaldare e fare ballare tanti partecipanti, che hanno abbandonato volentieri le sedie in platea, per muoversi al ritmo coinvolgente del suo recentissimo “L’estate su di noi” –  in vetta alle richieste degli ascoltatori – e degli altri suoi successi canori. È stato il momento più gioioso della kermesse e pure tra quelli più partecipativi in cui i presenti si sono tuffati in pista aderendo con entusiasmo a momenti di grande socialità e vitalità attraverso il ballo, soprattutto quando viene stimolato dalla musica giusta e dalla valente interpretazione di una vera professionista dello spettacolo, capace di trascinare tuttiDurante la serata, l’autrice Marianna Bonavolontà ha presentato il suo ultimo libro “La ragazza col genio in valigia”, mentre Rebecca Azzini ha portato la sua personale testimonianza nel sociale riguardo l’esperienza sulla diversabilità.

L’associazione “Tra Cielo e Mare”, di Alfonsina Longobardi, ha dunque confermato il proprio contributo a supporto delle iniziative rivolte alla tutela della diversità. In particolare, in sostegno degli ospiti del centro Don Orione di Ercolano e dei piccoli del Santobono di Napoli, unitamente a Micolorodiblu, Neapolisanit, Grifone, le Associazioni Disabili Gragnano e Sordi Campani Onlus, tutte diffusa e te conosciute per la presenza mirata e costante sul campo.

Con il contributo di validi collaboratori “speciali”,  i dodici chef stellati presenti alla convention, hanno preparato squisiti piatti – prediligendo gamberi freschi del nostro mare, mozzarella di Agerola e formaggi dell’Irpinia, provenienza pure della selezionata carne da bestiame ben curato, utilizzata, pane tradizionale raffermo, patate, pomodori, zucchine, agrumi, ecc. – in linea con la “globalità della Dieta Mediterranea”, intesa quale stile di vita nutrizionale oltre che patrimonio UNESCO, particolatamente preziosa ed anche versatile, in quanto se viene adeguata a quella o a quell’altra determinata regione/nazione del pianeta, ecco che può essere impiegata con successo ovunque, nel rispetto dell’ambiente e della salute umana.

I ragazzi/studenti diversamente abili, hanno dunque contribuito attivamente all’elaborazione delle pietanze firmate da Roberto Di Pinto, Domenico Iavarone, Giuseppe Aversa, Francesco Sodano, Luigi Salomone, Alfonso Crescenzo, Cristoforo Trapani, Michele Deleo, Raffaele Vitale, Carlo Spina, Luciano Villani, Ciro Sicignano e non solo: tutti si sono dichiarati entusiasti di questa esperienza sicuramente preziosa dal punto di vista umano e sicuramente valida da quello socialeAppartengono propio alla categoria di questi “aiutanti culinari d’eccezione” che ottengono quotidianamente significativi risultati e vanno segnalati per l’affidabilità ampiamente dimostrata, molti dei componenti – uniti in cooperativa – che costituiscono la forte base sulla quale si fondano l’attività ed il successo de La locanda degli amori e sapori di Baia, tra le location partecipanti a Casagiove.

Le gustose preparazioni culinarie sono state accompagnate da vini di qualificate aziende campane, presentati e serviti dai bravissimi sommelier dell’AIS Caserta, coordinati da Pietro Iadicicco.

In conclusione, i sigari del Club Amici del Toscano, cocktail, amari e liquori; tra questi un delizioso distillato con arance di Sicilia ed un amaro da erbe raccolte sul territorio campano, invecchiato 50 anni.

Di alto gradimento – ma erano tutti davvero degni di nota – in particolare i piatti opera di Luigi Barone, Gianluca Criscuolo, Vincenzo Toppi, Giancarlo Del Giudice, Alberto Parascandolo, Gabriele Piscitelli, Gian Marco Carli, Antonio Cesarano, Danilo De Cristofaro, realizzati con eccellenti prodotti, squisite lavorazioni casearie regionali e pescato fresco; eccellenti gli olii di Olivarte: con la gentilezza e la precisione che la contraddistinguono, Anna Smeraglia ha guidato i presenti all’assaggio tecnico, illustrando proprietà e benefici. Ancora, i panini con hamburger di bufalo della Macelleria Gino e la grigliata mista.

“Giungere ad organizzare nuovamente anche l’edizione invernale”: questo il prossimo obiettivo di Alfonsina Longobardi che, per ora, ha puntato sul “ritorno alla vecchia veste” con “il raddoppio dei contenuti”, dopo tante “restrizioni, limitazioni del pubblico ammesso, distanziamenti”.

È toccato ai volenterosi studenti dell’ISIS “Sereni Afragola – Cardito” (indirizzi “Servizi di sala”, “Cucinaù” e “Accoglienza turistica”), appropriatamente coordinati dalla dirigente Daniela Costanzo, accogliere i numerosi ed entusiasti ospiti e fornire le info base per godere pienamente dell’ospitalità.

Molti giornalisti presenti, in primis quelli specializzati in Food, tra i quali Renato Rocco, direttore de La buona tavola, in compagnia della bellissima fidanzata, avv. Elena Sannino; l’esperto in vini Pasquale Brillante; il direttore de Lo Strillo e scrittrice di successo specializzata in Ghost, Annamaria Ghedina, con Antonio D’Addio, firma di tutto riguardo in ambito Spettacolo e noto organizzatore di riusciti eventi Fashion; immancabile il Pulcinella più amato e ambasciatore del sorriso partenopeo: Angelo Iannelli; l’appassionato di musica, cinematografia e bel vivere, Gregorio Castellano; tra i tanti blogger, Nadia Ciotola Moccia; la richiestissima sommelier Daniela Prisco; fotografo ufficiale della 14′ edizione di Cenando, il bravissimo professionista  Sandro Barrasso, che ha saputo cogliere anche stavolta i momenti più belli di una riuscita serata.

L’evento si è avvalso tra i tanti volti noti presenti, appartenenti a vari settori, della professionalità del famoso hair art director Claudio De Martino, talento di fama mondiale – top in Canada oltre che in Italia – e della beauty stylist Enrica Palazzo che hanno personalizzato con maestria il look dei protagonisti della scena, aggiungendo bellezza al valore di un’iniziativa che tocca le note più profonde dell’anima e sollecita l’umanità a comprendere l’altro e ad abbattere il pregiudizio.

Teresa Lucianelli

Circa Redazione

Riprova

Tartaglia Arte: alla Valle dei Templi di Agrigento un Giardino Sensoriale visitabile con olfatto, tatto e gusto

Coinvolgerà tutti e cinque i sensi – vista, olfatto, tatto, gusto e udito – il …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com