L’accusa di Gabrielli. “Protezione civile non più operativa”

La legge 10 del 2011 “ha reso di fatto non più operativa la Protezione civile”. Franco Gabrielli si difende dalle accuse sulla cattiva gestione dell’emergenza neve durante un’audizione alla commissione Lavori pubblici del Senato. “Per tutto sabato io sono stato messo alla berlina su tutte le tv e gli organi di informazione. Chiedo rispetto”, ha tuonato il capo del Dipartimento della Protezione Civile rispondendo indirettamente alle accuse lanciategli dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno. “Avevo l’obbligo morale di difendermi”, ha aggiunto Gabirelli, spiegando che se “se dovessi rendermi conto di essere d’intralcio alla crescita del sistema non aspetterei un secondo a farmi da parte”. “Ma i problemi sono altri”, rilancia il prefetto, “sono l’agibilità della Protezione civile dopo la legge che l’ha depotenziata”. Insomma il capo della Protezione Civile ora non ha più i poteri di prima e così, con le norme che la sovraintendono, diventa difficile gestire le emergenze. Oggi il prefetto incontrerà il premier Mario Monti per parlare della prossima ondata di mal tempo. Ma anche sul ruolo della protezione civile e del suo capo. “Io so di avere la fiducia di chi mi ha rinnovato nell’incarico, cioè del premier Mario Monti, che é persona poco incline ai proclami”. Insomma quando “Monti – ha aggiunto – riterrà che non c’é più fiducia, mi rimuoverà”. “Io credo che la Protezione civile debba rimanere sotto la presidenza del Consiglio e non essere trasferita al ministero dell’Interno; mi rimetterò comunque alla decisione di Governo e Parlamento, l’importante è che tutto avvenga con la massima trasparenza”.

Circa admin

Riprova

Sicilia, Regione. Tagli da centinaia di euro per futuri pensionati. Vitrano “Provvedimento folle del Fondo, da ritirare subito”

“In assenza di un Governo operativo al 100% e a pochi giorni dalle elezioni, una …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com