Juventus, Agnelli: “Diamo a nazionale giocatori per un mese intero”

“Auspico che da qui si possa cominciare a sviluppare il prodotto calcio”. Lo ha detto il presidente della Juventus Andrea Agnelli all’assemblea della società’ a proposito del rinnovo dei vertici della Lega Calcio. Agnelli ha ricordato che sarà incaricata con ogni probabilità una società di cacciatori di teste per individuare il profilo più adatto. Il presidente ha poi ribadito la sua opinione sulla necessità di sfoltire le squadre di seria A, “20 sono troppe”, ha detto -, e quella di prevedere le seconde squadre, “dove far giocare giocatori giovani”, perche’ il campionato primavera non basta a questo obiettivo.

Agnelli ha poi parlato dell’importanza di rivedere il calendario internazionale e la finestra dei trasferimenti. Sulla nazionale in particolare, il presidente della Juventus ha detto di preferire agli attuali blocchi autunnali, che privano a singhiozzo le squadre di giocatori per tre mesi, settembre, ottobre e novembre, la soluzione di “dare alle nazionali i giocatori per un mese intero”. In ambito UEFA, ha aggiunto, occorre la revisione del financial fair play, che ci porti fino al 2024 e “un grande tavolo di dialogo”, con tutti gli attori del calcio, per definire il futuro post 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com