Italicum, via libera alla prima fiducia con 352 sì

L’Aula della Camera conferma la fiducia al governo sul primo articolo della legge elettorale con 352 sì , 207 no e un astenuto. Sono stati 38 i deputati del Partito democratico che non hanno votato la fiducia al governo sulla legge elettorale. Pier Luigi Bersani aveva anticipato la linea e con lui altri 37 deputati della minoranza Pd hanno deciso di non partecipare al voto di fiducia sull’Italicum. In base ai tabulati, ai 36 che risultano non partecipanti alla chiama, vanno aggiunti Roberto Speranza e Guglielmo Epifani che risultano in missione ma che hanno espresso pubblicamente la dichiarazione di non voto. Secondo Gianni Cuperlo, non è stata una giornata semplice né serena: “Amareggia e addolora non votare la fiducia perché mi sento parte di una comunità ma è un segnale legittimo e necessario per uno strappo incomprensibile”. Dall’interno del Pd intanto c’è stata un’apertura al voto da parte di alcuni esponenti di area riformista: “Nel momento in cui c’è una fiducia politica chi si riconosce pienamente nel Pd la vota perché anche da una posizione di minoranza sosteniamo il nostro governo”, scrivono una cinquantina di deputati di Area riformista, tra cui Matteo Mauri, Enzo Amendola, Cesare Damiano,commentando il si’ alla fiducia all’Italicum. “Siamo in linea con i numeri degli altri voti di fiducia. Sono soddisfatta, la fiducia sull’articolo 1 dell’Italicum è un primo passo”, dice il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi uscendo dall’Aula della Camera dopo il primo voto di fiducia al governo sulla legge elettorale.   “Grazie di cuore ai deputati che hanno votato la prima fiducia. La strada è ancora lunga ma questa è #lavoltabuona”,  così Matteo Renzi commenta su tweet l’esito del primo voto di fiducia su Italicum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com