Italia, missão impossível. Il Brasile vince ma non ci fa ‘neri’

Ancora una volta l’una contro l’altra. Brasile e Italia, nove mondiali in due. Niente male. La selecao ha vinto cinque volte, gli azzurri quattro. Di sicuro un faccia a faccia tra le rappresentative più forti in assoluto. Nelle precedenti edizioni anche nelle vittorie il Brasile è in testa: Sette vittorie, tre pari e cinque affermazioni per gli italiani. Ancora una volta di fronte. Ennesima sfida, spettacolo assicurato, Questa volta chi vincerà si assicurerà, in realtà per la formazione di Scolari va bene anche il pareggio, il primo posto nel girone e con molta probabilità eviterà anche la Spagna. Azzurri privi di Pirlo e con il solo Balotelli a reggere sulle proprie spalle l’attacco azzurro. Sette ore di differenza, pomeriggio caldo in Brasile, serata con un po’ di frescura per noi in Italia. La nostra nazionale non vince dal 1982. Una tripletta di rossi, si attende una affermazione da più di trent’anni. Stadio di Salvador Do Bahia, arena Fonte Nova stracolmo. Spunta qualche maglia azzurra tra le tante dei supporters brasiliani. Pronti, partenza e via.  In cinquantacinque secondi il Brasile ci mette paura per ben tre volte. Al 28’ Montolivo sbaglia un passaggio e de Ciglio ci mette una pezza. Al 48’ la difesa è in preda al panico, momenti di paura ma ci mette una pezza Buffon. Al 55’ conclusione di poco fuori per i ragazzi di Scolari. Assalto iniziale, bisogna soffrire. Al 4’ si vede l’Italia. Balotelli per Marchisio, ci mette una pezza la retroguardia di casa. Al 7’ giallo per David Luiz per fallo su Balotelli. Troppo nervoso il difensore. Al 14’ David Luiz si ferma. Il calciatore del Chelsea accusa problemi muscolari dopo lo scontro con Candreva.  Al 16’ prima azione pericolosa per i nostri. Marchisio per Balotelli, palla di poco fuori. Al 19’ brivido in area azzurra. Marcelo serve Meymar ma la difesa ci mette una pezza. Al 23’ Oscar per Neymar. La palla esce fuori alla destra di Buffon. Al 25’ Montolivo lascia il posto a Giaccherini. Al 28’ Neyman ammonito per fallo su Abate che lascia per infortunio. Lussazione alla spalla, entra al suo posto Maggio. Al 33’ altro cambio. Esce David Luiz al suo posto entra Dante. Al 39’ giallo anche per Marchisio. Al 43’ ammonito Luis Gustavo per fallo su Candreva. Al 46’ il Brasile passa. Buffon respinge una conclusione di Oscar che colpisce di testa ma non la seconda, di piede, di Dante che insacca. Dal replay si vede che il giocatore del Bayern è in fuorigioco. Al 49’ il pareggio, meritato. Tacco di Balotelli per Giaccherini che s’invola sulla fascia ed appena entrato in area batte Julio Cesar. Al 54’ punizione per fallo su Neymar. Batte il campioncino, palla che Buffon non vede nemmeno partire. Ritorna in vantaggio il Brasile. Orgoglio azzurro. Gli uomini di Prandelli iniziano a premere e mettono, finalmente, paura ai ragazzi di Scolari. Dura poco, solo una manciata di secondi. Al 65’ Fred chiude la contesa. Marcelo serve la punta della selecao che batte imparabilmente Buffon. Al 70’ azione incredibile. L’arbitro fischia un rigore per gli azzurri nel mentre  la palla calciata da Chiellini entra in porta. Decide di convalidare il gol tra le proteste dei brasiliani. L’Italia torna in partita. Al 75’ Scolari toglie Hulk ed inserisce Gustavo. Al 79’ traversa di Maggio. Splendido colpo di testa del terzino napoletano ma il legno gli nega la gioia del gol. Italia sfortunata ma bella. All’82 Balotelli calcia di poco fuori. All’ 88′ secondo gol di Fred. Punizione troppo pesante. L’Italia perde la partita ma con onore, secondi nel girone ci toccherà la Spagna.

Michele Pisani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com