Istat: in calo potere d’acquisto delle famiglie, -2% su base annua

Cala il potere d’acquisto delle famiglie consumatrici nel primo trimestre del 2012. Il reddito disponibile in termini reali cala infatti dell’1% su base congiunturale e del 2% su base annua. E’ quanto rivela l’Istat, che precisa che sempre nello stesso periodo, il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è sceso dello 0,5% sul trimestre precedente, mentre risulta in aumento dello 0,9% su base annua. Nei primi tre mesi dell’anno la propensione al risparmio, misurata al netto della stagionalità, è stata pari al 9,2%, ferma su base congiunturale e in aumento (+0,4 punti percentuali) in termini tendenziali.

In calo anche la quota di profitto delle società non finanziarie, che è risultata pari al 38,8%, con una riduzione di 0,9 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 1,3 punti rispetto al corrispondente trimestre del 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com