Isee precompilato, come richiederlo online: le istruzioni per presentare la Dsu

Isee precompilato, le istruzioni Inps per presentare in autonomia la DSU e ottenere l’attestazione in tempo reale

Anche nel 2022 è possibile usufruire dell’Isee precompilato, il servizio online Inps per compilare la DSU in autonomia e ottenere l’attestazione Isee in tempo reale.

Dal 2020 la DSU online contiene alcuni dati precompilati, forniti direttamente dall’Istituto o dall’Agenzia delle Entrate. Altri invece dovranno essere autodichiarati dal cittadino in modo semplice attraverso una procedura semplificata che fa evitare code e sprechi di tempo.

Basta seguire le istruzioni messe a disposizione dell’Inps grazie al tutorial completo per la compilazione della DSU, dai primi step dell’acquisizione della precompilata fino al rilascio dell’attestazione. Vediamo insieme i vari passaggi per gli utenti in possesso delle credenziali SPID.

Indice

Isee precompilato online, i dati già inseriti

Isee precompilato online, i dati da inserire

Isee precompilato, le verifiche

Isee precompilato, i dati di riscontro relativi al reddito

Isee precompilato, i dati relativi al patrimonio

Isee precompilato, la delega

Isee precompilato online, i dati già inseriti

Dal 2020 è possibile presentare la dichiarazione Isee anche nella modalità precompilata che rilascia l’attestazione in tempo reale e contiene già le seguenti informazioni:

il canone di locazione della casa di abitazione;

i patrimoni mobiliari;

i patrimoni immobiliari;

i redditi ai fini IRPEF;

i trattamenti Inps esenti ai fini IRPEF.

I dati su cui si basa fanno riferimento ai due anni precedenti, ad esempio per il 2022 sono quelli del 2020.

Isee precompilato online, i dati da inserire

Altri dati devono essere invece autodichiarati durante la richiesta:

la composizione del nucleo familiare;

i dati non disponibili negli archivi amministrativi per quanto riguarda i Modelli Base (per esempio, la casa di abitazione) necessari ad individuare gli indicatori da attestare in base alle prestazioni richieste;

gli elementi di riscontro e delega per ogni componente maggiorenne del nucleo familiare (escluso il dichiarante), necessari alla garanzia del diritto alla riservatezza dei dati personali dei singoli componenti (il dichiarante può accedere alla precompilazione solo dopo il riscontro positivo dell’Agenzia delle entrate sulle stesse);

l’autodichiarazione di aver acquisito la delega di ciascun componente maggiorenne (escluso il dichiarante), con indicazione del numero di tessera sanitaria e della relativa data di scadenza.

Isee precompilato, le verifiche

A questo punto, l’Inps invia l’autodichiarazione all’Agenzia delle Entrate per essere verificata. Se il riscontro è positivo, le informazioni vengono restituite all’Istituto, che comunica con una notifica via mail o sms l’avvenuta lavorazione della Dichiarazione unica sostitutiva.

Si rientra sul sistema Isee precompilato online, così da verificare lo stato della Dsu lavorata. Se risulta elaborata, bisogna accettare oppure modificare i dati precompilati per ogni componente del nucleo familiare e inserire gli ulteriori dati da autodichiarare. Se invece la Dsu risulta sospesa, è necessario ripetere l’operazione precedente correggendo i dati errati.

Isee precompilato, i dati di riscontro relativi al reddito

Per ogni componente maggiorenne il nucleo familiare (escluso il dichiarante) è necessario individuare se nell’anno precedente ha presentato o meno una dichiarazione dei redditi:

se la persona ha presentato un modello 730 o un modello dei redditi delle persone fisiche, bisogna selezionare la casella corrispondente e indicare l’importo nel rigo differenza (modello 730-3);

se non ha presentato una dichiarazione dei redditi (ovvero in presenza di sola CU) barra l’opzione assenza di dichiarazione;

se ha presentato il modello Redditi persone fisiche occorre indicare l’importo esposto nel rigo differenza del quadro RN del modello.

Isee precompilato, i dati relativi al patrimonio

Per ogni componente maggiorenne il nucleo familiare (escluso il dichiarante) è necessario indicare se il patrimonio mobiliare riferito al secondo anno precedente (nel 2022 si prende a riferimento il patrimonio al 31 dicembre 2020) era inferiore o superiore ad € 10.000:

se nessun patrimonio o patrimonio inferiore ai 10mila euro è sufficiente selezione l’apposita casella;

se pari o superiore ai 10mila euro bisognerà scegliere una delle due opzioni di dichiarazione fornita dal modello online.

Se si è in possesso di un conto cointestato, ai soli fini del dato di riscontro è necessario inserire l’intera cifra e non solamente la quota parte in proprio possesso.

Isee precompilato, la delega

È necessario inserire per ogni membro del nucleo familiare la delega per la richiesta dell’Isee. Per farlo bisogna servono:

autodichiarazione di aver acquisito la delega di ciascun componente maggiorenne;

numero della tessera sanitaria;

data di scadenza.

Circa Redazione

Riprova

Caldaie a gas, stop Ue alla vendita: da quando e cosa cambia

La Commissione europea ha fissato le nuove regole per sostituire entro 7 anni le caldaie …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com