Iraq, attentati coordinati. Cinquanta morti in quattro esplosioni

Una terra senza pace. Continue esplosioni, altre tragiche vittime. In Iraq si muore senza sapere il perché, capita di continuo. Non ci sono soste. Il bilancio è ancora una volta pesantissimo. Cinquanta morti in attentati coordinati. Ancora una volta a morire sono persone che si recavano al lavoro o al mercato in diversi quartieri sciiti a Baghdad. L’attentato più grave in città è avvenuto a Ahula, un quartiere povero sciita nel nord-ovest dell’agglomerato urbano. La deflagrazione ha provocato dieci morti e venti feriti. Un altro attentato è stato registrato nella provincia di Babilonia, a sud di Baghdad, due autobomba sono esplose uccidendo sedici persone e ferendone trentuno. Il terzo ordigno è stato fatto esplodere in un’aria vicino a un mercato popolare nel villaggio di Asriya. Anche qui un bilancio pesantissimo:  morte tredici persone  e ventisette i feriti. L’altra, guidata da un attentatore suicida, e’ esplosa nei pressi di un comando della polizia federale. Tre agenti morti e quattro feriti.

Circa redazione

Riprova

Russia-Cina: messaggio di Putin a Xi, collaboriamo a vantaggio dell’ordine mondiale

Il presidente russo Vladimir Putin si e’ congratulato con l’omologo cinese Xi Jinping in occasione …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com