Iran, Wsj: Trump valuta sanzioni contro Guardiani rivoluzione

L’ammnistrazione di Donald Trump sta facendo pressioni su diversi Paesi perchè sostengano il diritto degli iraniani a protestare in modo pacifico ed è pronta a imporre nuove sanzioni se le autorità di Teheran decidessero di reprimere con la forza le manifestazioni di piazza in corso in Iran da giovedì scorso. E’ quanto hanno detto al Wall Street Journal fonti americane, precisando che le sanzioni potrebbero colpire i Guardiani della rivoluzione, per minimizzare i danni economici agli iraniani coinvolti nelle proteste. “Stiamo incoraggiando tutti i Paesi del mondo a condannare pubblicamente la violenza del governo e a sostenere i diritti legittimi ed essenziali di quanti protestano – ha detto al Wsj Brian Hook, il direttore dell’ufficio politico del Dipartimento di Stato – sappiamo che i Guardiani della rivoluzione hanno un grande ruolo nelle decisioni e nelle azioni del governo”.

Trump ha commentato ogni giorno su Twitter le proteste in Iran contro carovita a disoccupazione, ammonendo la leadership di Teheran sul fatto che “il mondo vi sta guardando” e che “gli Stati uniti stanno seguendo da vicino le violazioni dei diritti umani”. Nell’ultimo tweet pubblicato ieri ha scritto: “L’Iran sta fallendo a tutti i livelli nonostante il terribile accordo fatto con loro dall’amministrazione Obama. Il grande popolo iraniano è stato represso per molti anni. E’ affamato di cibo e libertà. Insieme ai diritti umani, la ricchezza dell’Iran viene saccheggiata. E’ TEMPO DI CAMBIARE!”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com