Iran. Dopo la Barbie stop anche ai Simpson

Le autorità iraniane, dopo la Barbie hanno  vietato la vendita dei Simpson. I pupazzi che riproducono i protagonisti della popolare sit-com americana sono stati vietati nell’ambito di una campagna contro i valori e i simboli della cultura occidentale. Sono, invece ammessi, Superman e Spiderman in quanto, riferisce il quotidiano riformista Shargh, considerati eroi degli “oppressi”.

Il quotidiano non ha precisato il motivo del bando per i Simpsons, ma Mohammad Hossein Farjoo, funzionario dell’Istituto, ha sottolineato che il divieto riguarda tutte le bambole in cui sono chiaramente riconoscibili i genitali. Lo scorso gennaio, la polizia ha chiuso decine di negozi di giocattoli, rei di vendere la celebre bambola bionda della statunitense Mattel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com