Intesa si dimostra banca umana

L’associazione ‘Madonna dei Debitori’ segnala agli organi di stampa il comportamento virtuoso di una banca Italiana. In un periodo in cui il sisma ha sconvolto sia le coscienze, sia  la vita di tante persone che hanno perso la propria abitazione e/o la propria attività,  sembra giusto segnalare anche le buone notizie e comunque le attestazioni di solidarietà La notizia, pur non essendo recentissima, è comunque degna di nota, anche se purtroppo episodi del genere sono abbastanza rari ed insoliti.  E’ il caso di un Cittadino di Tolentino che si è visto recapitare da parte di Intesa Sanpaolo una comunicazione ufficiale con cui è stata accolta la sua domanda di accesso all’iniziativa disposta dallo stesso Istituto Bancario per la cancellazione del debito residuo dei “mutui prima casa” intestati a residenti, alla data degli eventi sismici, in uno dei Comuni del cosiddetto cratere. Pertanto il Gruppo Intesa Sanpaolo ha dichiarato la remissione integrale del debito relativo al mutuo per capitali e interessi anche di mora. In pratica questo cittadino si è trovato nella condizione di vedere estinto il proprio debito relativo al mutuo contratto per l’acquisto della propria prima casa, mutuo che è stato estinto insieme all’ipoteca e alle eventuali garanzie che erano state concesse.

Questo è un gesto particolarmente significativo che ha riguardato diverse famiglie. Come già detto, trattasi di una vera e tangibile testimonianza da parte del  Gruppo Intesa Sanpaolo per contribuire ad alleviare le sofferenze causate dal sisma e per guardare al futuro con rinnovato ottimismo. Al riguardo, infatti, Intesa Sanpaolo ha stanziato un plafond di 20 milioni di euro destinato all’estinzione del debito residuo in base alla situazione dell’immobile danneggiato, con inagibilità al 100% o crollato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com