Interviste a pagamento, blitz della Gdf in emittenti locali

Sono scattati questa mattina alle 9, i due blitz ad opera della Guardia di Finanza di Bologna nella sede della Regione Emilia Romagna, in viale Aldo Moro, e nelle sedi cittadine di alcune televisioni locali. L’operazione delle fiamme gialle si inserisce nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte interviste a pagamento rilasciate da alcuni consiglieri regionali alle tv locali. Il blitz nelle emittenti bolognesi è stato eseguito su ordine della Procura emiliana che ha aperto un fascicolo contro ignoti, ipotizzando il reato di peculato. L’intervento delle Fiamme Gialle negli uffici dell’assemblea legislativa della Regione, invece,  è stato disposto dalla Corte dei conti che si è  attivata, in sostanza, per accertare il corretto utilizzo dei fondi pubblici a disposizione dei gruppi consiliari dell’aula di Viale Aldo Moro. In entrambi gli interventi, i finanzieri hanno acquisito documentazione e contratti relativi alle interviste andate in onda e più in generale alle attività di comunicazione che possono essere utili nell’ambito dell’indagine. Sulla vicenda lavora anche l’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna, mobilitatosi in seguito ad un esposto circa la presunta violazione del codice deontologico professionale.

Circa admin

Riprova

Caporalato: dieci ore lavoro a 100 euro al mese, 24 indagati

Sei caporali reclutavano personale in nero, e lo obbligavano a montare sistemi di irrigazione in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com