‘Infuturarsi, scene di un futuro possibile’, con gli attori della Piccola Compagnia di Piero Gabrielli

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da Roberto Staglianò il seguente articolo:

 

‘Infuturarsi-Scene di un futuro possibile’ è una produzione del Teatro di Roma con gli attori della Piccola Compagnia di Piero Gabrielli, 12 attori con e senza disabilità provenienti dall’esperienza dei laboratori integrati.  E’ dal 2008 infatti che il Gabrielli si dedica al tema del bullismo attraverso diversi progetti: ‘Il Pedone Rosso’, ‘Scacco al bullo’, ‘Bulli di sapone’ documentari, backstage, ‘Spot contro il bullismo’, ‘Storia di Cyberbullismo’ con tre finali. Si è voluta portare l’attenzione sulle azioni violente rivolte verso ragazzi disabili, coinvolgendo i ragazzi, i docenti e i genitori. Sei sono le scuole romane che aderiranno e realizzeranno, all’interno delle loro sedi, incontri laboratoriali.

 Lo spettacolo è andato in scena, dal 24 al 28 ottobre, al teatro di Villa Torlonia; Marco Agostini ha portato il saluto e il plauso all’iniziativa per l’assessore alla cultura del comune di Roma. Sarà replicato successivamente ad aprile 2018, da definirsi è ancora il teatro che ospiterà il futuro allestimento. Il titolo trae origine dal XVII° canto del Paradiso di Dante Alighieri e a quel consiglio di proiettarsi nel futuro piuttosto che lasciarsi coinvolgere dalle perfidie umane.

L’idea di fare una rappresentazione teatrale incentrato sul tema del futuro ha preso forma in uno spettacolo dove si intrecciano diversi sketch con diversi stili di rappresentazione. C’è una storia di cyberbullismo con tre differenti finali, recuperando l’idea di Gianni Rodari usata nel libro ‘Dieci storie per giocare’, con la trasposizione di un messaggio semplice: il bullismo ti frega la vita sia che lo fai, sia che lo subisci. C’è un’opera intitolata ‘La fuga dei cervelli’ il cui Fausto, il protagonista vive la sua condizione di ‘bamboccione’ combattuto tra l’ineluttabilità di mettere in fuga il suo cervello e un desiderio di crescita. In questo conflitto si trova a dover fronteggiare la sua famiglia e il diavolo in contemporanea; ognuno di loro rivendica i propri diritti sull’esistenza di Fausto che non riesce ad ascoltare se stesso, fin quando non interverrà dall’alto Dio.

Il tema dell’amore è stato approfondito e ampliato nella paura di essere esclusi dall’esperienza e dalla gioia che muove da esso. Un attore recitava: ‘Ogni tanto mi sembra di essere come una candela che nessuno accenderà mai, bella, intatta, con lo stoppino bianco. Ma le candele vanno accese, vanno consumate, se no a che servono, da soprammobile?’.

Bravissimi gli attori della  Piccola Compagnia del Piero Gabrielli: Jessica Bertagni , Maria Teresa Campus, Carlos Garcia, Fabrizio Lisi, Edoardo Maria Lombardo, Chiara Mercuri, Gabriele Ortenzi, Fabio Piperno, Emmanuel Rotunno, Simone Salucci, Giulia Tetta, Danilo Turnaturi. Le musiche sono state curate da Roberto Gandini, la scenografia è di Paolo Ferrari, i costumi di Loredana Maria Spadoni.

Unico elemento in sospensione è il concept del titolo. Più che scene di un futuro possibile sembra un lavoro di ricerca che racconta molto il presente, l’attualità, anziché il futuro. C’è anche una fetta consistente di passato nelle selezioni musicali e nello stile di teatro che strizza l’occhio un po’ al musical e un po’ al varietà della nostra gloriosa tradizione e che, in entrambi i casi, non sono ingredienti deteriorati o scaduti, fanno parte del nostro bagaglio di viaggiatori. Allo spettatore e allo spettacolo bisognerebbe dare quell’azzardo in più di speranza e di futuribile che, forse, è un po’ carente. Proprio perché alla fine non regni sovrana quella diffusa paura come è sintetizzata nella battuta ‘Non c’è più il futuro di una volta’.  Il futuro dovrebbe essere un mondo possibile e dovremmo riappropriarcene, se non fosse più quello di una volta la responsabilità di avere interrotto quel sogno, quel cerchio cosmico, è anche la nostra.

Roberto Staglianò

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com