Influenza, picco a gennaio con 1 mln casi. Appello dei medici: “Vaccinatevi”

ROMA. “Il vaccino anti-influenza è fondamentale” e “non bisogna ripetere l’errore dell’anno scorso, quando per evitare gli effetti collaterali che erano stati segnalati, ma mai effettivamente riscontrati, c’è stato un aumento di mortalità per infezioni respiratorie”. L’appello a proteggersi arriva da Massimo Andreoni, presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), riunita a Catania per il suo 14° Congresso nazionale.

“Il vaccino antinfluenzale comincia a essere disponibile già nelle farmacie, ma la distribuzione è appena iniziata – sottolinea Andreoni – Il picco massimo degli influenzati è previsto per la seconda metà di gennaio”, quando secondo le previsioni “saranno circa 1 milione gli italiani ammalati”.

“Il vaccino è fondamentale – ribadisce il numero uno della Simit – ed è già stato preparato sui ceppi virali che hanno circolato nell’altro emisfero, nonostante vi sia anche una stretta sorveglianza pronta ad adeguarlo a eventuali nuovi ceppi”. Come sempre “i più a rischio sono le persone fragili: over 65, pazienti con insufficienza renale, cardiopatici, ipertesi. Queste persone, nel caso di infezione e di non vaccinazione – avverte Andreoni – potrebbero incorrere in gravi complicanze, in alcuni casi addirittura mortali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com