Sospesi due medici: avevano indotto genitori bimbo malato ad intervento a pagamento

Speculare sulla salute umana. Un reato grave, che lo diventa ancora di più quando il paziente in questione è un bambino. Coinvolti nella vicenda, portata alla ribalta dal programma Le Iene, due specialisti che hanno consigliato ai genitori di un bimbo gravemente malato di farlo operare in una clinica privata, al costo di 38 mila euro, per non aspettare troppi mesi e per non mettere in pericolo la vita del piccolo. I medici però hanno evitato di dire ai familiari che nel vicino ospedale Gemelli il piccolo poteva essere sottoposto allo stesso intervento, così come poi è successo, senza aspettare e soprattutto senza pagare. In attesa di acquisire tutti gli elementi necessari per valutare la gravità  della condotta dei medici, il Bambino Gesù ha disposto dunque “la sospensione del medico e del suo collaboratore riservandosi di agire disciplinarmente e in ogni altra sede ritenuta opportuna a tutela dell’immagine dell’ospedale”. Il Bambino Gesù , dichiarandosi totalmente estraneo alla vicenda, esprime poi “doverosamente le proprie scuse alla famiglia nel rispetto dei principi fondamentali di cura e attenzione per i pazienti che caratterizzano da sempre la sua attività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com