India: website di Sonia Ghandi colpito da hacker porno

Il website della potente leader politica italo-indiana Sonia Gandhi, è stato colpito da messaggi pornografici nel giorno del suo compleanno. Lo ha rivelato un portavoce del partito del Congresso, Tom Vadakkan, ai giornalisti indiani. Il sito internet del partito congress.org.in è stato temporaneamente bloccato appena è stata scoperta l’intrusione nella pagina contenente il profilo della presidente. Secondo il Times of India, i pirati hanno lasciato un misterioso riferimento a un indirizzo mail pachistano. La Gandhi, che durante l’estate è stata operata d’urgenza per una misteriosa malattia che secondo alcuni è un tumore, compie oggi 65 anni. I “fedelissimi” del partito hanno organizzato una festa con danze e distribuzioni di dolci davanti alla sua residenza di Janpath 10. Il raid informatico coincide con un’offensiva decisa dal governo contro Google, Yahoo, Facebook e altri social network che hanno permesso la pubblicazione di immagini considerate “offensive”, tra cui un fotomontaggio osè della stessa Sonia insieme al premier Manmohan Singh. Il ministro delle Comunicazioni Kapil Sibal ha convocato lunedì scorso i rappresentanti dei principali siti internet per chiedere di rimuovere alcuni contenuti “inaccettabili”. Ha poi annunciato un nuovo regolamento per evitare la diffusione di materiale diffamatorio o osceno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com