India. Incriminati 5 stupratori studentessa 23enne

Ha preso il via oggi davanti alla Corte Distrettuale di Saket, nel sud del New Delhi, il processo contro cinque dei sei stupratori della studentessa 23enne, morta in seguito alle violenze subite. La giovane ricoverata in gravi condizioni, deceduta venerdì scorso all’ospedale di Singapore dove fu trasferita per essere curata. In aula non erano presenti i cinque che, in caso di verdetto di colpevolezza, rischiano la condanna a morte. Contro di loro almeno sette capi d’imputazione, tra cui omicidio volontario, sequestro di persona, violenza carnale, rapina, tentata distruzione di prove, tutti pluri-aggravati.  Tra gli elementi probatori contenuti nel fascicolo sono compresi la deposizione che la vittima riuscì a fornire agli inquirenti subito dopo l’aggressione, e quella del suo fidanzato, a propria volta immobilizzato e pestato a sangue dagli assalitori. Per il momento nessuna causa penale è stata invece intentata nei confronti del sesto violentatore, che avrebbe 17 anni e dunque dovrebbe essere giudicato da un tribunale per i minori: anche se non si conosce bene la sua età effettiva, e sono in corso esami clinici per cercare di rilevarla.

Circa redazione

Riprova

Covid: inaugurato a Madrid ospedale da 100 milioni

Un ospedale Covid da 100 milioni di euro è stato inaugurato nella regione di Madrid …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com