India: giovane ritardata mentale violentata in ospedale a Pune

Due dipendenti di un ospedale di Pune, in India centrale, sono stati arrestati con l’accusa di aver violentato una giovane 30enne con problemi mentali. L’episodio, reso noto dall’agenzia di stampa Pti, è avvenuto il 29 agosto scorso quando un addetto alla portineria ed un membro della sicurezza dell’ospedale municipale di Bhosari hanno fatto entrare con una scusa la paziente in un ascensore, bloccandolo dall’interno ed usandole violenza. La donna è fra l’altro muta, una volta dimessa dall’ospedale è riuscita a raccontare l’episodio con il linguaggio dei segni agli assistenti del centro di accoglienza che la ospita. Questi hanno avvertito la polizia che ha arrestato i due responsabili dell’aggressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com