Incidenti sul lavoro, operaio schiacciato da un braccio meccanico

Incidenti sul lavoro, sette vittime nel mese di ottobre in Italia. E’ stato un venerdì nero (4 ottobre) per le morti bianche nel nostro Paese. Nel primo pomeriggio un operaio ha perso la vita in provincia di Bergamo. La dinamica di questa tragedia è ancora al vaglio degli inquirenti ma molto probabilmente il 57enne ha perso l’equilibrio precipitando nel vuoto.

 Immediata la chiamata ai soccorsi ma per lui non c’era più niente da fare. Il magistrato ha autorizzato l’autopsia sul corpo della vittima per accertare le cause del decesso. Aperta un’indagine per eventuali responsabilità.

Il bilancio si è aggravato nel pomeriggio per un incidente nel Crotonese. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il 42enne era al lavoro su un’impalcatura a San Mauro Marchesato quando, per motivi ancora da chiarire, è precipitato da un’altezza di 12 metri. Sul posto subito i soccorsi e i carabinieri ma l’uomo è morto poco dopo l’arrivo in ospedale. Sequestrata l’impalcatura con i carabinieri che nelle prossime ore ascolteranno i colleghi per cercare di ricostruire meglio la dinamica di questa ennesima morte bianca. Aperta un’indagine sull’incidente.

 E’ stato un ottobre nero per quanto riguarda gli incidenti sul lavoro a Cuneo. Tre persone morte in pochi giorni nella provincia piemontese con due operai rimasti schiacciati rispettivamente da una gru e da un braccio meccanico mentre un agricoltore è stato travolto dal macchinario per la raccolta dei fagioli.

 Un operaio è morto in Lombardia dopo essere rimasto schiacciato da una gru. Qualche giorno dopo stessa sorte per un 57enne che è stato investito da un macchinario nel Pisano.  Sei morti.  E’ questo il bilancio di un inizio di ottobre nero per quanto riguarda il mese di ottobre. Ma il numero sembra essere destinato ad aumentare visto che la sicurezza sul lavoro in Italia continua ad avere diverse carenze. Da tempo i sindacati si battono per avere maggiore rispetto delle regole chiedendo anche l’inserimento di omicidio volontario per gli imprenditori che non rispettano le regole. Nessuna risposta da Roma con le vittime che continuano ad aumentare giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com