Incidenti lavoro: Damiano, preoccupa aumento morti in primi 8 mesi 2022

Lavorare non può significare porre a rischio la propria vita”. Queste le parole del Presidente Sergio Mattarella nella Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. La testimonianza forte di una situazione drammatica che vede quasi tre morti al giorno sul lavoro”. Lo dichiara Cesare Damiano, già ministro del Lavoro e consigliere Inail, in occasione della Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro

“I dati diffusi dall’Inail relativi ai primi otto mesi del 2022 testimoniano una crescita di circa il 37% degli incidenti sul lavoro, rispetto allo stesso periodo del 2021, e un aumento delle malattie professionali del 7,5%. In controtendenza paiono essere gli incidenti mortali con un -13%. Il dato, però, non deve ingannare perché, se si depura dalle morti sul lavoro ricollegabili al Covid, lo scenario cambia completamente. Infatti, i 772 morti nei primi otto mesi del 2021 ne comprendevano ben 199 per Covid, mentre i 677 del 2022 ne comprendono soltanto 14: un calo vistoso ricollegabile alla pandemia. In conclusione, i morti sul lavoro, nel periodo gennaio-agosto 2022, aumentano del 15,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tradotto in valori assoluti, si passa 573 morti a 663. Una crescita preoccupante nonostante i numerosi interventi legislativi e contrattuali che sono stati effettuati”.

Circa Redazione

Riprova

Fabio Ciciliano, dirigente medico della polizia di Stato, attuale commissario di governo per Caivano, diventa nuovo capo della Protezione civile

Alla Protezione civile arriva Fabio Ciciliano, dirigente medico della polizia di Stato, attuale commissario di …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com