Inaugurato oggi il Padiglione Italia firmato Farronato

Venezia, Biennale Arte 2019, dai nostri inviati, Barbara Lalle e Marco Marassi

 

Ha inaugurato a mezzogiorno di Venerdì 10 Maggio “NE’ ALTRA NE’ QUESTA: La sfida del Labirinto”,  il nome del Padiglione Italia alla Biennale Arte 2019 alla presenza del Ministro Bonisoli, il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il Presidente della Biennale Paolo Baratta ed il curatore del padiglione Il curatore Milovan Farronato è stato scelto dal Ministero dei Beni Culturali tra una rosa dei curatori italiani più importanti, per l’innovazione ed originalità del suo progetto.

Farronato, piacentino classe ’73, ha prediletto creare un gruppo limitato di artisti da coinvolgere: Enrico David (Ancona 1966), Chiara Fumai (Roma1978 – Lecce 2017) e Liliana Moro (Milano 1961).

Il progetto prende corpo dalla rilettura de “La sfida al labirinto”

saggio seminale di Italo Calvino del 1962 in cui l’autore propone un lavoro culturale aperto a tutti i linguaggi possibili e che si senta corresponsabile nella costruzione di una mondo che, avendo perso i propri punti di riferimento tradizionali, non chiede più di essere semplicemente rappresentato. Il labirinto è quindi la metafora di Calvino per raccontare le ingarbugliate forme della realtà contemporanea a cui sottende però una struttura ben definita

Il percorso espositivo è volutamente e manifestamente non lineare: infiniti sono percorsi che il fruitore può sperimentare. C’è unì’entrata ma non ci sono partenze, non ci sono arrivi, né rotte certe. Ogni visitatore è capo, conduttore di se stesso. Farronato lascia a tutti la possibilità di trovare la propria strada, responsabilizzando il fruitore.

Un padiglione performativo: tutte le opere sono statiche, sono i visitatori che si debbono muovere. Milovan consiglia di non perdersi, sarebbe scontato il consiglio di perdersi o di ritrovar se stesso. Caldeggia la sperimentazione individuale dello spazio labirintico al fine di trovare una persona, un oggetto, ma soprattutto una nuova visuale. E comunque, questo padiglione riafferma che si puo’ sempre cambiar strada.

Barbara Lalle

Foto di Marco Marassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com