In Italia parte la sperimentazione di auto senza pilota

Da oggi il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti potrà autorizzare le sperimentazioni su strada di veicoli a guida automatica in Italia. L’annuncio è stato pubblicato  in Gazzetta Ufficiale e confermato in una nota del Ministero. Argomento particolarmente caldo, soprattutto in seguito all’incidente avvenuto a Temple, piccola cittadina della Florida, il 19 marzo scorso. Una 49enne è stata travolta e uccisa da un’auto a guida autonoma. Immediatamente Uber ha annunciato la sospensione dei test in strada dei suoi ‘veicoli intelligenti’. La polizia di Temple avrebbe reso noto che è possibile che la vettura non abbia colpe. Uno dei video girati all’interno dell’auto e visionato dagli agenti, stando alle prime indiscrezioni, dimostrerebbe che la donna sarebbe sbucata all’improvviso, attraversando inoltre a un centinaio di metri dalle strisce pedonali.

Mentre negli Usa si fa un passo indietro, in attesa che le indagini chiariscano la dinamica del sinistro mortale, l’Italia si difende bene in termini di sperimentazione. Pochi giorni fa è stato pubblicato un approfondimento sul tema vetture a guida autonoma in Italia, in cui gli esperti del Dipartimento di Meccanica al Politecnico di Milano ci hanno illustrato i vari progetti legati al tema. Il Professor Sabbioni, che lavora alle varie sperimentazioni, aveva puntualizzato che la tecnologia attuale sarebbe già matura, il problema focale resta quello inerente le responsabilità etiche, ovvero decretare di chi sarà la responsabilità nel caso di incidenti che coinvolgano un’auto a guida autonoma.

Fra i mezzi che fruiranno dello sdoganamento dei test su strada da parte del Ministero c’è con alta probabilità quello a cui il Politecnico di Milano sta lavorando, insieme ad altri enti di ricerca e partner industriali. Si tratta di un veicolo totalmente autonomo concepito per il car sharing cittadino nella città di Milano. Gli ingegneri al lavoro promettono che nel giro di un paio d’anni questa perla tecnologica dovrebbe essere pronta. E la sicurezza? I dati statistici raccolti dall’Ente Americano Autostrade NHTSA parlano chiaro: circa il 90% degli incidenti stradali è imputabile a un errore umano, non a cause meccaniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com