In Gran Bretagna è allarme siccità

E’ scattato nel Regno Unito l’allarme siccità, la peggiore negli ultimi 30 anni. Le autorità britanniche hanno dichiarato lo stato di siccità nel sud-est dell’Inghilterra, segnalando il rischio che il resto del Paese debba fare i conti, la prossima estate, con la mancanza di acqua. “Chiediamo l’aiuto di tutti – ha detto il ministro per l’Ambiente, Caroline Spelman – invitando tutti a consumare meno acqua e a cominciare a farlo subito”. Le autorità hanno invitando la popolazione ad evitare sprechi di acqua, facendo docce di pochi minuti invece del bagno, evitando dispersioni e chiudendo il rubinetto quando ci si lavano i denti. “Con molta probabilità sempre più aree saranno colpite dalla siccità, dal momento che stiamo registrando un prolungato periodo di ridotte precipitazioni”, ha aggiunto il ministro, citato oggi dalla stampa nazionale. Stando a quanto reso noto dalle aziende del settore idrico, nella zona sud-orientale del Paese è caduto solo il 73% delle piogge previste tra ottobre e gennaio, il livello più basso dal 1992, mentre le agenzie governative hanno denunciato come i livelli di alcuni fiumi e di diverse falde acquifere siano più bassi di quelli registrati durante la siccità del 1976. “Nonostante la nostra fama di un Paese in cui piove spesso – ha precisato il ministro – rischiamo di avere in futuro meno precipitazioni e meno certezze su quando arriverà la pioggia”.

Circa redazione

Riprova

Giorgia Meloni in Algeria: ‘Piano Mattei è un modello di sviluppo per l’Africa’

Dalla visita in Algeria, Giorgia Meloni  è tornata con cinque accordi siglati, un disegno avviato …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com