Immigrazione, due cadaveri lungo la ferrovia oltre Mentone

I cadaveri di due migranti sarebbero stati trovati lungo la ferrovia in territorio francese oltre Mentone. Lo si apprende da fonti francesi e italiane. La polizia francese ha intensificato i controlli in frontiera alla stazione di Menton-Garlaven e alla barriera autostradale de La Turbie. Alla stazione di Garlaven vengono fermati tutti i treni provenienti dall’Italia ed eseguiti i controlli dei documenti. Tra ieri ed oggi sono stati fatti scendere alcuni immigrati che si trovano adesso nella stazione in attesa del respingimento. Secondo quanto appreso da fonti della polizia francese, sui binari che passano dalla zona di confine di Punte San Ludovico, già in territorio francese, è stato collocato un rilevatore acustico per impedire il passaggio a piedi lungo la strada ferrata. Intanto quinto giorno per gli oltre cento migranti che si trovano sulla scogliera di Ponte S.Ludovico, ad un passo dalla frontiera italo-francese ancora presidiata dalla Gendarmerie e dalla Police Nationale. La notte sembra essere passata tranquillamente, anche grazie ai ripari di fortuna, tende e ombrelli che hanno coperto i migranti dal freddo della notte. Secondo quanto appreso, sono aumentati i controlli della polizia italiana sui sentieri che da Ponte S.Luigi, dove si trova il posto di frontiera italo-francese, portano a Ponte S.Ludovico, per evitare che i clandestini riammessi dalla Francia in Italia possano arrivare alla scogliera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com