Il Papa all’Angelus: “Le guerre servono a vendere le armi?”

Un dubbio lecito, che la dice lunga sugli interessi ‘segreti’, che si nascondono dietro ad un conflitto. Perché al di là dei ‘motivi ufficiali’ c’è sempre il desiderio di appagare il proprio tornaconto. Ed è per questo che Papa Francesco , nel corso dell’Angelus di oggi, si  è chiesto se il tanto temuto attacco alla Siria, non sia altro che una scusante per vendere armi.

Scegliere il bene’ ”comporta dire no all’odio fratricida e alle menzogne di cui si serve, alla violenza in tutte le sue forme, alla proliferazione delle armi e al loro commercio illegale”. ‘Questi – ha detto il Papa – sono nemici da combattere uniti e con coerenza, non seguendo altri interessi se non quelli della pace e del bene comune’. Il Papa ha preso le mosse dalla parabola sul re che va alla guerra che ‘ci tocca sul vivo, in questo momento in cui stiamo fortemente pregando per la pace’.

”A che serve fare guerre, tante guerre, se non sei capace di fare questa guerra profonda contro il male?”. Si e’ chiesto il Papa, integrando a braccio l’Angelus. ”Sempre rimane il dubbio, – ha detto, – se questa guerra di qua o di là è davvero una guerra o è una guerra commerciale per vendere queste armi, o è per incrementarne il commercio illegale?”.

Preghiamo ‘perchè cessi subito la violenza e la devastazione in Siria e si lavori con rinnovato impegno per una giusta soluzione del conflitto fratricida’.

”Vorrei ringraziare – ha detto poi Bergoglio – tutti coloro che, in diversi modi, hanno aderito alla veglia di preghiera e digiuno di ieri sera. Ringrazio – ha aggiunto – tante persone che hanno unito l’offerta delle loro sofferenze. Ringrazio le autorità civili, come pure i membri di altre comunità cristiane o di altre religioni, e uomini e donne di buona volontà che hanno vissuto, in questa circostanza, momenti di preghiera, digiuno, riflessione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com