Il Museo dell’Ebraismo a Ferrara, una storia italiana

Un grande edificio, nel cuore di Ferrara, che fino al 1992 ospitava le carceri cittadine – il luogo di reclusione ed esclusione per antonomasia – e che torna a nuova vita come museo – il luogo più aperto e inclusivo per definizione – dedicato alla storia e alla vita ebraica. Si alza il sipario, nella città estense, sul Meis, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, pensato per raccontare l’esperienza degli ebrei italiani, da ventidue secoli parte viva del tessuto del Paese.

Ad alzare il velo sulla struttura di Via Piangipane il ministro della Cultura e ‘padrone di casa’, visti i natali ferraresi, Dario Franceschini e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – che ha visitato le sale espositive senza rilasciare alcun commento – a nobilitare lo spazio museale, istituito dal Parlamento nel 2003 e finanziato dal Mibact con 47 milioni di euro, per narrare gli oltre due millenni di presenza ebraica in Italia e l’apporto dato da questa comunità allo sviluppo del Paese attraverso un percorso scientifico culturale di ampio respiro. E che verrà completato, nel 2020, con la creazione di cinque edifici moderni a richiamare i cinque libri della Torah.

Questo, ha osservato Franceschini, è un luogo importante perché ricorda la presenza ebraica nel Paese, e sarà un luogo molto importante per i ragazzi, per le persone che sanno poco della storia millenaria dell’ebraismo italiano. Inoltre – ha aggiunto – sarà un luogo di interesse per il turismo internazionale: lo abbiamo presentato a New York e a Gerusalemme e abbiamo avuto manifestazioni di grandissimo interesse.

Il museo ferrarese, nato grazie a una legge votata dalla Camera e dal Senato unanimemente, ha argomentato ancora il ministro di beni culturali e turismo, punterà anche sul turismo scolastico, sul portare i ragazzi dall’Italia e dall’estero a conoscere capire, perché investire in conoscenza significa offrire l’antidoto più forte a tutti i rischi e le paure di questo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com