Il ministro più ricco è nel governo Monti: la Severino ha un reddito di 10.205.197

Facendo una classifica dei più ricchi del parlamento è emerso che a salire sul podio più alto c’è  il ministro della Giustizia, Paola Severino , della compagine del governo Monti. E’ quanto confermano le dichiarazioni dei redditi 2012, relative a quelli percepiti nel 2011, di parlamentari e rappresentanti dell’esecutivo, da oggi consultabili dal pubblico. Con un reddito imponibile di 10.205.197 la Severino non ha concorrenti nell’aggiudicarsi il primo posto di una immaginaria classifica. Segue a ruota  il sottosegretario sempre alla Giustizia, Andrea Zoppini , con 2.854.207 euro. Poi  il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, con 2.714.903 euro, il ministro per gli Affari regionali, Piero Gnudi, con 1.850.532 euro, il viceministro per i Trasporti Mario Ciaccia con 1.339.755 euro, il sottosegretario Francesco Braga con 1.152.290 euro. Solo a questo punto figura il premier uscente Mario Monti, con 1.092.062 euro (e 458 mila euro di Irpef). A fine 2012 risulta inoltre una perdita nella gestione patrimoniale presso la Deutsche Bank di 401.600 euro. Il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento ed ex segretario generale del Senato, Antonio Malaschini dichiara 1.034.070 euro. Guardando la classifica dal basso, spiccano il sottosegretario e il ministro degli Affari Esteri, rispettivamente Staffan De Mistura e Giulio Terzi di Sant’Agata: il primo dichiara al fisco italiano un imponibile di 265 euro, con un reddito complessivo di 684, il secondo 90.810. Il ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi figura al penultimo posto con 53.004 euro. Guidano la fascia ‘mediana’ della classifica i sottosegretari alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà  e Gianni De Gennaro, con 624.945 e 578.526 euro . De Gennaro segnala a livello patrimoniale l’uso vitalizio di un immobile di 170 mq a Roma, il 50% di un immobile di 1.460 mq a Orbetello con terreno oltre a una multiproprietà  di 50 mq a Maratea. Possiede inoltre una BmwX3, una R4 2009, una Jeep, una moto Bmw 1100, un gozzo di 7,5 mt con un motore da 30 cavalli e 700 mila euro investiti in titoli. Segue il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, con 541.127 euro, il ministro del Lavoro, Elsa Fornero con 509.526 euro (il suo viceministro, Michel Martone ne guadagna 181.990), della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi (426.691 euro) e dei Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda (417.667 euro). Il ministro della Difesa Giampaolo Di Paola ha dichiarato 362.656 euro, quello degli Interni, Anna Maria Cancallieri 305.616. A chiudere la fascia mediana i ministri per la Cooperazione, Andrea Riccardi, della Salute, Renato Balduzzi e dell’Ambiente, Corrado Clini, rispettivamente con 134.046 euro, 120.447 euro, 119.442 euro.

Circa redazione

Riprova

Hacker filorussi rivendicano attacco a siti istituzionali

Il collettivo filorusso Killnet la notte scorsa ha rivendicato un nuovo attacco Hacker a siti istituzionali italiani. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com