Il Governo regge e i sondaggi premiano il patto giallo-verde

Il Governo tiene, ma i rapporti di forza interni alla coalizione si sbilanciano sempre di più. Secondo l’ultimo sondaggio condotto da Ipsos, pubblicato sul Corriere della Sera, il 57% degli italiani esprime un giudizio positivo sull’esecutivo, come nella rilevazione del mese precedente, mentre le valutazioni negative salgono di poco, dal 32 al 33 per cento e l’indice di gradimento flette di un punto, passando da 64 a 63.

Il consenso per il presidente Conte diminuisce di due punti passando dal 60% al 58%, i critici aumentano di 3 punti (da 30% a 33%). L’indice di gradimento passa da 67 a 64 e si mantiene più elevato rispetto a quello dei vicepremier Salvini (58) e Di Maio (51). Cinque mesi dopo l’insediamento l’apprezzamento per il Governo si attesta sul livello più elevato degli ultimi 6 esecutivi a parità di periodo, seguito dai governi Letta (60), Renzi (56) e Berlusconi (53), mentre il premier si colloca al secondo posto preceduto da Renzi (70) ed ottenendo lo stesso indice di Enrico Letta (64), di due punti superiore a quello di Monti (62).

Dentro la maggioranza, la Lega cresce al massimo storico (34,7%), seguita dal M5S al 28,7% (+0,2%), quindi dal Pd con il 16,5% (-0,6%) e Forza Italia con l’8,7% (+0,9%). Più staccati in graduatoria si collocano, entrambi al 2,7%, +Europa, stabile sui risultati del 4 marzo, e Fratelli d’Italia, in flessione rispetto alle Politiche, quindi Leu al 2,1%.

Rispetto alle elezioni politiche il centrodestra passa dal 37% al 46,5%, superando abbondantemente la soglia del 40% che garantirebbe la maggioranza, il centrosinistra si colloca al di sotto del 20% e il M5S arretra di 4 punti. Rispetto a un mese fa la Lega si conferma nelle regioni del Nord, superando abbondantemente il 40%, e del Centro nord (32,5%), mentre si rafforza ulteriormente nelle regioni meridionali, incontrando il favore di un quarto degli elettori. Il M5S si attesta nettamente al primo posto nelle regioni del Centro e del Sud (mentre subisce un significativo calo nelle regioni del Nord e del Centro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com