Il Ddl anticorruzione è legge, la Camera lo approva con 304 sì

Uno dei giorni tanto attesi per la maggioranza giallo-verde è arrivato: la Camera ha dato il via libera con 304 sì, 106 no e 19 astenuti al dll anticorruzione, una delle riforme cardini del Contratto di governo. Nelle ultime settimane erano nate un po’ di polemiche sulla misura ma alla fine tutto è andato secondo pieni. Dopo l’approvazione il forte abbraccio tra Luigi Di Maio e Alfonso Bonafede sancisce la fumata bianca.

 Nelle prossime ore il testo della riforma arriverà a Sergio Mattarella che lo firmerà e solamente successivamente sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Un po’ di tensione in Aula con Forza Italia,  che si è astenuta, e il Partito Democratico che hanno rispedito al mittente le accuse: “Non accettiamo – dichiarano alcuni esponenti – l’idea che chi vota a favore sia contro la corruzione e l’illegalità e chi non esprime un giudizio positivo sia a favore di queste“. Per il ddl anticorruzione si è trattato del secondo passaggio alla Camera. Nel primo era stato approvato l’emendamento contro il peculato, alla fine tolto in Senato. Proprio questa modifica ha costretto il Governo a due superare due prove a Montecitorio e alla fine è arrivato il via libera definitivo. Un po’ in anticipo rispetto alle previsioni visto che il M5s aveva fissato per sabato 22 il cosiddetto spazzacorrotti day. Non si sa se la manifestazione sarà organizzata comunque quel giorno visto che la maggioranza in questo momento è concentrata sulla manovra. Una cosa comunque è certa: il via libera da parte di Montecitorio segna una nuova vittoria per il Governo giallo-verde che porta a casa uno dei provvedimenti cardini di questa legislatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com