I Rolling Stones infiammano Milano: Mick Jagger è ancora il re del palco

Trionfo a San Siro per i Rolling Stones, con Mick Jagger (78 anni), Keith Richards (78) e Ronnie Woods (75) che infiammano il palco e fanno ballare 57mila persone. Altroché pensione!

Il concerto dei Rolling Stones a Milano, allo stadio di San Siro è stato un trionfo: 57mila persone arrivate per rendere omaggio alla leggendaria rock band britannica: “Sono passati cinquantacinque anni dal primo concerto in Italia. Grazie per essere ancora con noi”

57mila persone, 7 milioni di euro di incasso per un concerto leggendario, unica data italiana degli Stones. “Thank you Milan, you were such a fun audience! Next stop London!”, “Grazie Milano, sei stato un pubblico divertentissimo! Prossima fermata Londra”. “Cantate benissimo”, scherza durante il concerto, Jagger.

L’inizio del live è dedicato a Charlie Watts, lo storico batterista scomparso l’anno scorso, con i maxischermi che mostrano video e foto della loro fortunata storia insieme: “Questo è il nostro primo tour senza Charlie e ci manca tantissimo” dice Jagger.

Guarito dal Covid pochi giorni fa, Mick Jagger infiamma San Siro con due ore di performance sul palco. I Rolling Stones continuano a “mordere” e rotolare, e non hanno nessuna intenzione di andare in pensione!

Sui canali social ufficiali della band è stato condiviso un video girato proprio sotto il palco, davanti alla prima fila di fan attaccati alla transenna che divide il parterre dalla passerella. “Che show divertente, ieri a Milano”, hanno scritto gli Stones.

Inarrestabile Mick Jagger, non lo ferma neanche il Covid da cui è appena guarito e che lo aveva costretto a cancellare le date del “Sixty tour” (che celebra i sessant’anni di carriera della band) di Amsterdam e Berna.

“Piedi carichi, ragazzi, perché l’estate è qui e il momento è giusto per combattere in strada”, attacca mick sul palco, intonando il primo brano “Street Fighting man”

“Che bello essere di nuovo qui, anche se è più caldo del quinto girone dell’inferno” dice Jagger. Che tra un cambio d’abito e l’altro infila i meglio pezzi da 90: “Miss you”, “Paint it black”, e poi “Sympathy for the devil”, “Jumpin Jack Flash”, passando per “Midnight rambler” e “Start me up”:

Vedere I Rolling Stones a San Siro, ammirare questi tre ultra settantenni infiammare un pubblico di 57mila persone ci insegna che il rock, la grinta, il carisma e il talento non sono questioni anagrafiche.

Mick, Keith, Ronnie a San Siro: cronaca di un successo annunciato. 57mila paganti e 7 milioni incassati. Con Jagger, Richards e Wood hanno suonato il fidato Darryl Jones al basso e la new entry Steve Jordan alla batteria, più una crew di 300 persone.

Dopo aver fatto ballare San Siro per oltre due ore, Mick ha ringraziato il pubblico (“Grazie Milano, sei stato un pubblico divertentissimo!”). E noi non vediamo l’ora di rivederli, e riascoltarli, di nuovo.

Circa Redazione

Riprova

Tartaglia Arte: nel quartiere romano di Torpignattara nasce e muore nell’arco di un mese lo spazio Piano Zer0

“Una ex falegnameria, che fu bottega di alimentari, che fu anche abitazione” ora per un brevissimo …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com