I Maneskin finiscono nel processo per stupro a Portanova: il legame tra il batterista e il caso del calciatore

Manolo Portanova, calciatore appena retrocesso in Serie B con il Genoa, è accusato di violenza sessuale insieme ad altri due giovani. L’udienza preliminare è stata rinviata il 5 luglio, il giocatore potrebbe chiedere il rito abbreviato. La notizia delle ultime ore, però, riguarda il coinvolgimento dei Maneskin: la chat tra il batterista della band, Ethan Torchio, e la presunta vittima è finita tra gli atti processuali. Cosa sappiamo.

Il racconto della ragazza

La ragazza che ha denunciato lo stupro, una 21enne romana, sarebbe stata aggredita la notte fra il 30 e il 31 maggio 2021 in una casa vicino a Piazza del Campo. Portanova, tra gli accusati, è stato rinviato a giudizio il 28 marzo 2022.

“Avevo chattato con Manolo, che alla fine mi aveva invitato, mi piaceva”, ha fatto mettere a verbale la ragazza, andata all’appuntamento con una amica.

La studentessa ha ammesso di essersi appartata con Portanova in una stanza, cominciando a scambiarsi effusioni in maniera reciprocamente consensuale, come ammesso dalla ragazza.

Ed è qui che le versioni diventano differiscono: la presunta vittima racconta di essere stata violentata da altri tre uomini (il fratello di Portanova, minorenne all’epoca dei fatti, il cugino e un amico), presentatisi nella stanza. Ha denunciato di essere stata picchiata, di aver ricevuto sputi e insulti. Violenze, secondo la sua testimonianza, durate mezzora.

Recatasi in ospedale, è stata dimessa con una prognosi “superiore ai 40 giorni”: le sono stati refertati colpi ai fianchi, ai glutei e ferite profonde alle parti intime.

portanova processoFonte foto: ANSA

Manolo Potanova, il calciatore del Genoa accusato di stupro

L’udienza preliminare e il rito abbreviato

Nell’udienza preliminare del 5 luglio sarà resa nota la scelta di Manolo Portanova tra rito abbreviato o rito ordinario.

Il suo legale, Gabriele Bordoni, sembra propendere per la prima opzione

Intanto il giudice per l’udienza preliminare di Siena, Ilaria Cornetti, ha accolto la richiesta dell’avvocato di Portanova di aggiornare l’udienza per valutare gli elementi di prova prodotti questa mattina dall’associazione Donna chiama Donna, costituitasi parte civile.

Cosa c’entrano i Maneskin

Tra gli atti compare anche la chat tra il batterista dei Maneskin, Ethan Torchio, e la presunta vittima.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, infatti, la difesa di uno degli indagati ha presentato la consulenza di una psicologa su una chat WhatsApp tra la ragazza e il membro della band romana, che nei mesi scorsi avevano una relazione.

La posizione della difesa fa leva sul fatto che i due avrebbero parlato di sesso di gruppo con grande disinvoltura: gli stralci della chat sarebbero utili a contestualizzare quanto accaduto.

L’avvocato della presunta vittima, però, ha depositato l’intero dialogo col batterista dei Maneskin, che si conclude con una frase molto netta sul tema: “Non parteciperei mai ad un rapporto sessuale di gruppo“.

Lo stesso Ethan Torchio potrebbe essere chiamato a testimoniare sulla vicenda qualora – come è probabile – i tre indagati vengano rinviati a processo.

Manolo Portanova rischia dagli 8 ai 14 anni di carcere.

Circa Redazione

Riprova

La Puglia più selvaggia, dove la vacanza è da sogno

Lontana dal caos di Gallipoli, del Salento e di quella Puglia super gettonata che qualcuno …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com