Guida al mercato libero: consigli per un passaggio senza intoppi 

Il 1° luglio 2024 è terminato il mercato tutelato dell’energia elettrica. Questo cambiamento ha coinvolto moltissimi consumatori, rendendo fondamentale informarsi per evitare truffe e assicurarsi una fornitura vantaggiosa. Prestando attenzione ad alcuni dettagli, è possibile effettuare il passaggio da un mercato all’altro senza intoppi.

Truffe: come riconoscerle e su cosa stare all’erta

Con la fine del mercato tutelato e la necessità di passare ad un fornitore nel mercato libero, il rischio di truffe ai danni di chi cerca di risparmiare è da non sottovalutare, e molti consumatori potrebbero trovarsi esposti a pratiche scorrette.

Per evitare di incorrere in problemi e garantire una scelta consapevole e sicura, è fondamentale seguire alcuni consigli utili e prestare attenzione ai dettagli. Ricorda:

  • Nessuno staccherà la luce: durante il passaggio da un fornitore all’altro, non ti verrà mai staccata la luce come in caso di bolletta non pagata.
  • Non dare mai i dati delle bollette: non condividere mai dati  come il codice Pod del contatore (per l’energia elettrica) e il Pdr (per il gas), a estranei, sia di persona che al telefono. Questi dati possono essere usati per attivare contratti a tua insaputa.
  • Attenzione ai venditori porta a porta e telefonici: non consegnare mai la tua bolletta a venditori porta a porta. Anche chi chiama o bussa alla porta deve rispettare delle regole: è necessario inviare il contratto fisico e fornire tutte le indicazioni complete. In caso di firma, è importante ricordare che c’è il diritto di ripensamento, senza bisogno di motivazioni.
  • Diritto di ripensamento: hai 14 giorni per esercitare il diritto di ripensamento da un contratto firmato, senza dover fornire motivazioni. Questo diritto può essere esercitato per contratti sottoscritti a distanza (telefono, internet) o fuori dai locali commerciali del fornitore. Per esercitarlo, invia una richiesta scritta al nuovo fornitore seguendo le modalità previste, come modulo online o lettera. Se hai chiesto l’attivazione immediata, potresti dover pagare i costi già sostenuti dal fornitore
  • Checkup periodico: controlla regolarmente le tue bollette per assicurarti che le condizioni siano ancora vantaggiose. Se trovi un’offerta luce migliore, puoi recedere dal contratto senza spese o penali.

Il cambiamento mi riguarda? Cosa succede se non effettuo il cambio?

Il passaggio al mercato libero riguarta tutti colo che non rientrano nella categoria di clienti vulnerabili. A partire dal 1° luglio 2024, tutti i clienti che non rentrano in questa ctaegoria dovranno efftuare il passaggio al mercato libero.

Coloro che non avranno scelto un fornitore sul mercato libero saranno automaticamente sottoposti alle condizioni contrattuali del Servizio a Tutele Graduali. Il contratto durerà dal 1° luglio 2024 al 31 marzo 2027, garantendo la continuità della fornitura energetica e assicurando che nessun cliente domestico rimanga senza energia elettrica.

Questo servizio garantisce che un fornitore specifico continui a gestire la fornitura, assicurando stabilità e certezza agli utenti. A seconda dell`area territoriale vi sono diversi fornitori:

Fornitore Area Territoriale
A2A Energia S.p.A. Cagliari, Napoli comune, Oristano, Sud Sardegna, Agrigento, Caltanissetta, Palermo, Trapani
E.ON Energia S.p.A. Imperia, Lecco, Monza-Brianza, Savona
Edison Energia S.p.A. Avellino, Benevento, Grosseto, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato, Siena, Bari, Frosinone, Latina, Catanzaro, Crotone, Lecce, Reggio-Calabria, Vibo-Valentia, Catania, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa
Enel Energia S.p.A. Aosta, Biella, Milano provincia, Verbania, Vercelli, Parma, Piacenza, Torino provincia, Brescia, Milano comune, Belluno, Gorizia, Pordenone, Treviso, Trieste, Bolzano, Trento, Vicenza, Mantova, Modena, Reggio-Emilia, Verona, Roma comune
Hera Comm S.p.A. Cremona, Genova, La-Spezia, Lodi, Lucca, Massa-Carrara, Alessandria, Asti, Cuneo, Novara, Pavia, Bergamo, Sondrio, Udine, Ancona, Padova, Pesaro-Urbino, Venezia, Ascoli-Piceno, Bologna, Fermo, Ferrara, Macerata, Rovigo, Arezzo, Caserta, Perugia, Rieti, Terni, Viterbo, Chieti, Forlì-Cesena, L’Aquila, Pescara, Ravenna, Rimini, Teramo
Illumia S.p.A. Como, Torino comune, Varese, Firenze, Roma provincia, Napoli provincia, Nuoro, Sassari
Iren Mercato S.p.A e Salerno Energie Vendita S.p.A. Brindisi, Matera, Potenza, Salerno, Taranto, Barletta-Andria-Trani, Campobasso, Cosenza, Foggia, Isernia

Fonte: Arera

Posso cambiare fornitore se mi assegnano il Servizo a Tutele Graduali?

È importante sottolineare che i consumatori hanno il diritto di cambiare fornitore in qualsiasi momento, anche durante il periodo di Servizio a Tutele Graduali. Questa libertà consente ai consumatori di cercare le offerte più vantaggiose e adattate alle proprie esigenze nel mercato libero dell’energia elettrica, assicurando una maggiore flessibilità e possibilità di risparmio

Come valutare il prezzo di un offerta luce nel passaggio da mercato tutelato a mercato libero?

Capire se un’offerta luce è davvero conveniente può essere complesso e in questo momento di transizione è una scelta che dovremo prendere. È importante considerare diversi aspetti per assicurarsi di fare la scelta giusta ed evitare spiacevoli sorprese in bolletta. Ecco alcuni passaggi fondamentali da seguire per valutare correttamente il prezzo di un’offerta luce.

  • Confronta con il Prezzo Unico Nazionale (PUN): verifica se il prezzo che ti viene offerto è in linea con il PUN attuale. Se è significativamente più basso, potrebbe essere una promozione temporanea o potrebbero esserci costi nascosti.
  • Verifica i costi fissi e variabili: assicurati di conoscere tutti i costi associati alla tua offerta, inclusi i costi fissi (spese di gestione, amministrative) e quelli variabili (basati sul consumo di energia). Un prezzo troppo basso potrebbe nascondere costi fissi elevati.
  • Leggi le condizioni contrattuali: controlla se ci sono clausole che prevedono aumenti di prezzo dopo un certo periodo, penali per il recesso anticipato o altri costi nascosti. Un’offerta molto bassa potrebbe nascondere termini sfavorevoli.
  • Confronta più offerte: utilizza comparatori online per confrontare la tua offerta luce con le altre disponibili sul mercato. Questo ti aiuterà a capire se stai pagando un prezzo competitivo.

Verso il mercato libero in sicurezza

Il passaggio al mercato libero dell’energia elettrica richiede attenzione per evitare truffe e garantire una scelta vantaggiosa. Informarsi, proteggere i propri dati, utilizzare il diritto di ripensamento e confrontare regolarmente le offerte sono passi essenziali per navigare questa transizione con successo. Con la giusta cautela, è possibile ottenere condizioni favorevoli e una fornitura continua, assicurandosi di non incorrere in problemi.

Fonte: https://www.prontobolletta.it/fine-mercato-tutelato/

Circa Redazione

Riprova

La startup ebolitana GRUV è stata selezionata tra le 25 imprese italiane ad alto potenziale per partecipare al programma ScaleLab

La startup ebolitana GRUV è stata selezionata tra le 25 imprese italiane ad alto potenziale …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com