Grillo ai 5Stelle: Ma dove stiamo andando?

Dopo un mese di silenzio ritorna. E ogni volta che parla o compare fa rumore. Ma questa volta è diverso: le sue parole rischiano di creare uno tzunami che investe la creatura che lui stesso ha contribuito a creare. Beppe Grillo con una maschera da robot parte dalle macchine per dare una sferzata alla politica e soprattutto a quel ‘suo’ Movimento 5 Stelle ora che è al governo sta cercando una propria identità se mai l’abbia avuta. Lui che è stato madre e padre si sente ‘senza forze’, sfinito mentalmente nel vedere le proprie proli, su cui ha investito la reputazione, crescendo diventare ‘il nulla’. Perdersi nell’evanescenza. Soffre e ne ha ragione perché si rende conto che non esiste una classe dirigente e soprattutto competente che sappia governare tra i suoi tanti figli. Luigi Di Maio sarà bravo ma non ha quel ‘quid’ ed esperienza, parafrasando Berlusconi quando parlavo di Alfano. Bello stare all’opposizione. Governare è altra cosa. Questo Beppe Grillo lo comprende, i suoi figliocci impreparati forse ancora non lo comprendono bene. “Non so se questo sviluppo frenetico, tecnologico e scientifico ci cambierà. Però so che questa tecnologia ci porterà a ribadire tutti i concetti uomo-macchina, le leggi di Asimov…Dove stiamo andando? Cosa stiamo facendo? Cosa stiamo aspettando? E’ quello che sta avvenendo nella politica italiana…”. Dice il ‘comico’ sul suo blog in un video in cui compare con una maschera di robot. “Noi possiamo convivere con la macchina e farci sopraffare dalla macchina ma con questa ‘Singularity’ arriveremo a non capire più chi siamo e cosa facciamo: esattamente quello che sento io nella politica italiana. Aspettiamo questo Godot che non arriverà mai ma arriverà semmai una macchina che avrà prodotto Godot” dice Grillo. Che conclude, ironicamente, ma lanciando un messaggio ben preciso ai suoi che sintetizza il caos politico che investe la sua creatura: “grazie a tutti… non ho capito cosa ho detto ma è lo stesso…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com