Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a Napoli durante la presentazione alla stampa delle sue " 10+1 idee per Napoli" , 9 settembre 2020 ANSA / CIRO FUSCO

“Green pippe e rischio chiusure a novembre”, De Luca lancia l’allarme

Il governatore della Campania invita a tenere alta l’attenzione sui contagi Covid e torna a parlare di rischio chiusure

Vincenzo De Luca, governatore della Campania, con il suo classico eloquio ‘poderoso’, è tornato a lanciare moniti circa il pericolo di nuove ed eventuali chiusure innescate dal Covid.

“In Campania non c’è diritto di cittadinanza per i ‘no green pippe’. Se continuiamo a distrarci, a novembre richiudiamo. Già l’ultima settimana abbiamo avuto un aumento di positivi”, ha dichiarato nel corso di un incontro con attori e produttori della soap Rai ‘Un posto al sole’, che compie 25 anni.

“Siamo obbligati a non dormire per seguire mattina, sera e notte i comunicati dei positivi della giornata – ha aggiunto De Luca -. C’è un velo di imbecillità, di stupidità e di false notizie che purtroppo ha condizionato e rischia di condizionare”. “Non illudiamoci, se continuiamo a distrarci, a novembre richiudiamo”, ha ripetuto.

“Ieri – ha proseguito il governatore – mentre facevo un’iniziativa alla Città della Scienza, mi arriva la notizia che abbiamo 11 bambini e 5 insegnanti positivi in una scuola a Qualiano. Facciamo il contact tracing ricostruendo i rapporti che hanno avuto questi bambini, andiamo nelle famiglie e sono tutti figli di genitori non vaccinati. Ed è una cosa che mi fa impazzire”.

E ancora: “Che c’entra questo con lo stato di diritto, con queste palle degli intellettuali radical chic? Cioè tu rivendichi come tuo diritto il diritto di contagiare i tuoi figli e di mandare i tuoi figli a contagiare altri bambini nelle scuole, nelle quali puoi trovare un bambino immunodepresso che è in cura magari al Santobono, o al Pascale, per problemi oncologici, di leucemia“.

Covid, Ilaria Capua spiega gli aumenti in Uk e avverte: “Non è finita”

Forse ti può interessare

Covid, Ilaria Capua spiega gli aumenti in Uk e avverte: “Non è finita”

La professoressa dell’Università della Florida tiene alta l’attenzione e invita a guardare alla risalita dei casi in Regno Unito

“Questa totale perdita di senso civico e di senso di responsabilità è una cosa che mi fa impazzire”, ha tuonato sempre De Luca. Nel frattempo, l’istituto che ha registrato il focolaio di Covid resterà chiuso fino a lunedì 25 ottobre.

Il dirigente scolastico del ‘Di Giacomo-Santa Chiara’ di Qualiano (Napoli), Angela Carandente Sicca, ha dato disposizioni per procedere con la didattica digitale integrata per tutti gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado. La ripresa delle lezioni in presenza è stata calendarizzata per lunedì 25 ottobre, mentre la sospensione delle attività didattiche in presenza per la scuola dell’infanzia fino a venerdì 22 ottobre.

Stop anche agli incontri scuola-famiglia che erano previsti mercoledì 20 e venerdì 22 ottobre. Sospesa pure la gita scolastica al Teatro San Carlo di Napoli che avrebbe dovuto tenersi giovedì 21 ottobre. L’evento è stato rinviato a data da destinarsi.

Circa Redazione

Riprova

Regione Campania, il consigliere Pierro richiede ODG su alta velocità Salerno

 Il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro ha depositato richiesta di un ODG presso la quarta commissione …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com