Grecia, Swap: adesioni oltre l’85%

Salgono all’85,8% le adesioni dei creditori privati in merito allo swap sul debito greco.  A riferirlo, il governo di Atene, il quale attiverà le clausole Cac che obbligano i creditori privati detentori di bond che rientrano nella legge greca ad accettare obbligatoriamente lo swap sul debito. Le adesioni potranno così arrivare al 95,7%. Il ministero delle Finanze greco rende noto che allo swap hanno aderito i detentori privati di 172 miliardi di euro di bond greci, su complessivi 206 miliardi di euro, pari all’85,8% del totale dei creditori stessi. La percentuale supera la quota del 75% al di sotto della quale sarebbe scattato il temuto default disordinato. Il governo ha informato gli obbligazionisti che attiverà le clausole Cac che rendono obbligatoria la partecipazione allo swap per tutti i detentori di bond che rientrano nella legge greca. Con l’attivazione delle clausole Cac le adesioni saliranno al 95,7%. La scadenza per le adesioni allo swap da parte dei detentori di bond che non rientrano nella legge greca è slittata al 23 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com