Grecia: sciopero generale paralizza il Paese

Giornata nera quella di oggi per la Grecia, paralizzata a causa di uno sciopero generale di 24 ore che abbraccia tutte le categorie sia del settore pubblico che del privato. Lo sciopero indetto dai due maggiori sindacati del Paese Adedy e Gsee, protestano contro il disegno di legge del governo che prevede tra l’altro il licenziamento di migliaia di dipendenti statali entro la fine del 2014 e la definizione dello stipendio base dei lavoratori del settore privato con una semplice decisione del ministro del Lavoro. ”Lottiamo – si legge in un comunicato congiunto dei sindacati – per l’attuazione delle misure che affronteranno il problema della disoccupazione, dell’austerità e dell’evasione fiscale. Rivendichiamo il cambiamento della politica dei licenziamenti, delle privatizzazioni e della svendita della proprietà pubblica e dei beni sociali”. Nella capitale sono previste due grandi manifestazioni, la prima prenderà il via alle 11 dalla centralissima piazza Klathmonos, indetta da Adedy e Gsee, e la seconda dal Pame, il sindacato vicino al Partito comunista di Grecia (Kke) in piazza Omonia alle 10:30. A causa dello sciopero gli ospedali pubblici e i centri sanitari di tutta la Grecia funzioneranno oggi con il personale di emergenza, mentre la Federazione nazionale dei Lavoratori degli ospedali pubblici (Poedin) ha convocato per le ore 11 una manifestazione di protesta davanti alla propria sede. A fianco dei medici ospedalieri anche l’Ordine nazionale dei medici (Pis) secondo cui, si legge in un comunicato, ”il disegno di legge del governo distrugge i piccoli e medi studi medici per mezzo del drenaggio fiscale che vuole imporre”. Disagi per chi deve viaggiare in treno, resteranno fermi i treni interurbani e quelli suburbani mentre gli autobus di linea funzioneranno dalle 9 sino alle 21 a causa dell’astensione dal lavoro dei dipendenti del settore. Non si escludono anche problemi al traffico aereo in seguito all’astensione dal lavoro, dalle 12 sino alle 16, dei dipendenti dell’Aviazione civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com