Grecia: nuovi attentati. Anarchici presunti responsabili

Tre attentati incendiari sono stati rivendicati da un nuovo gruppo estremista, definito dalla polizia greca anarchico. Gli attentati, sono stati fatti contro due ministri e un alto dirigente del partito socialista, senza causare vittime.

Con un comunicato sul sito Indymedia, il gruppo “Tolleranza zero” invita i greci a farla finita col sistema il cui scacco irrimediabile è testimoniato dall’attuale crisi economica e dall’occupazione del paese da parte della trojika, la delegazione che rappresenta i prestatori di fondi alla Grecia, la Ue e il Fondo Monetario Internazionale.

Citando Victor Hugo e il suo appello agli europei a “sbarazzarsi di tutti i parassiti” per cancellare la miseria il gruppo invita allo sciopero generale, alle occupazioni, agli scontri di piazza e all’auto-organizzazione nei quartieri e nei luoghi di lavoro.

Nello stesso testo, il gruppo rivendica gli attentati del 14 e 13 dicembre contro gli uffici del vice ministro agli affari europei, Mariliza Xenoyannakopoulos, del ministro della giustizia, Miltiadis Papaïoannou e dell’alto dirigente socialista Vasso Papandréou.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com