Grecia: nuova settimana di scioperi

Anche questa settimana in Grecia continueranno gli scioperi. La protesta, è sempre contro le misure di austerity approvate dal Parlamento giovedì scorso. Le nuove agitazioni riguarderanno ancora i trasporti pubblici, compresi i taxi, le scuole, ed anche il trasporto di merci e beni di consumo. I presidenti degli Ordini degli avvocati della Grecia hanno deciso due nuovi scioperi di 48 ore ciascuno per i giorni 26 e 27 ottobre e per i giorni 3 e 4 novembre. ”Gli avvocati del Paese – si legge in un comunicato diffuso dalle associazioni – esprimono la loro netta opposizione alla continua e senza precedenti offesa dei principali diritti dei cittadini, garantiti dalla Costituzione, con le misure decise dal governo”. Anche i dipendenti dei tribunali riprendono oggi le astensioni dal lavoro ogni giorno dalle 09.00 alle 11.30 fino a giovedì 27 ottobre. Secondo un comunicato della loro associazione, ”i lavoratori sono contrari alla legge che prevede la sospensione temporanea dal lavoro e sostengono che essi, secondo la Costituzione greca, sono dipendenti dei tribunali e non impiegati statali e chiedono, fra l’altro, il ritiro da parte del governo di tutte le nuove leggi sulla previdenza sociale”. A causa del nuovo sciopero di 48 ore deciso dall’Associazione nazionale dei Lavoratori Marittimi (Pno), anche le navi resteranno ferme nei porti fino a domani mattina. Nonostante lo sciopero, la scorsa notte sono entrate nel porto del Pireo tre traghetti provenienti da Creta. ”Gli agricoltori dell’isola – ha detto a riguardo il segretario generale dell’Associazione dei Marittimi, Giannis Chalas -, dovrebbero prendersela con il governo e non con noi. Per noi lo sciopero continua, i lavoratori marittimi sono in sciopero e probabilmente quelli di Creta sono stati ricattati”. E’ stato nel frattempo sospeso lo sciopero dei dipendenti della nettezza urbana di Atene che da venerdì sera hanno ricominciato la raccolta dei rifiuti accumulatisi a tonnellate nelle principali strade della capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com