Grecia. Carceri sovraffollati non c’è posto per altri detenuti

In Grecia, i responsabili di tre carceri di massima sicurezza si sono rifiutati di accogliere nuovi detenuti nelle loro strutture, denunciando un pericoloso sovraffollamento. Come si legge sul quotidiano greco Kathimerini, i tre responsabili, hanno fatto presente alle autorità giudiziarie, tramite una lettera di non avere possibilità di accogliere nuovi detenuti “anche solo temporaneamente a causa delle condizioni di sovraffollamento tali da costituire un rischio per la salute e la sicurezza”. Le tre strutture in questione sono quelle di Korydallos, nella parte sudoccidentale di Atene e quelle di Halkida e Tripoli. “Non è rimasto altro spazio che quello dei bagni”, afferma Spyros Athanassiou, governatore della prigione di Halkida. Analoga la denuncia di Ioannis Anestis, governatore di Korydallos, dove lo scorso mese c’è stata una presa di ostaggi. Il carcere, pensato per 800 detenuti, ne accoglie attualmente oltre 2.320.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com