Grecia: Alba Dorata fuori dal parlamento

Fra le sorprese di queste elezioni greche, anche l’estromissione di Alba Dorata che non riesce ad entrare in parlamento e denuncia brogli. Alle ultime politiche il gruppo, che si rifaceva a ideologie xenofobe, aveva sconvolto il paludato mondo politico ellenico. Stavolta non ha raggiunto il 3% necessario a entrare in parlamento. Un crollo se si pensa che Alba dorata aveva 18 deputati nella scorsa legislatura. Fondata nel 1985 è stata nota per anni come violenta forza extraparlamentare ed ha saputo o almeno all’inizio approfittare della crisi economica per incrementare il suo bacino elettorale arrivando fino a oltre il 7% di consensi.

Alle ultime europee però, il partito non va oltre un risicato 4%, quando nelle intenzioni dei suoi attivisti avrebbe dovuto superare il Pasok. Alla base della sconfitta di Alba Dorata vi forse è un posizionamento giudicato troppo estremista che, ad un elettorato in voga di restaurazioni con l’elezione di Mitsotakis quale premier, non sembra incantare più come nei primi anni di crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com