Governo, cdm su Decreto sicurezza bis e dl famiglie a rischio

Tensioni sempre più alte nel governo. Complice anche la campagna elettorale per le Europee del 26 maggio, il Consiglio dei ministri in programma oggi rischia addirittura di saltare. Il primo punto di scontro è sicuramente il Decreto Sicurezza bis messo a punto nei giorni scorsi dal Viminale. La Lega e Matteo Salvini spingono per il via libera già nel prossimo Cdm ma i 5 Stelle frenano.

“Domani vado in Consiglio dei ministri per approvare un decreto che ha norme contro i camorristi, gli scafisti, i teppisti degli stadi. Lavoro per migliorare la vita e la sicurezza dei cittadini. Delle polemiche non mi occupo”, ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervistato da Massimo Giletti a Non è l’Arena. “Contrastare camorristi e scafisti non è in contrasto con l’aiutare le famiglie, si possono fare entrambe le cose. La vera emergenza di questo Paese è abbassare a tutti le tasse al 15%. Abbiamo gli imprenditori migliori al mondo, gli operai migliori al mondo, togliamo un po’ di tasse e burocrazia e saremo noi a insegnare a tedeschi e francesi come si fa impresa”, ha aggiunto.

Con tutt’altri intenti approccia l’altro viceministro Luigi Di Maio: “Mi auguro che lunedì ci sia il consiglio dei ministri. Io come ministro del Lavoro devo portare urgentemente un decreto per avviare il processo per recuperare 1 miliardi di euro avanzato dal reddito di cittadinanza e spostarlo sulle famiglie che fanno figli in Italia perché questa è un’emergenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com