Golfo: Macron e Scholz invitano l’Iran alla prudenza

Sia il presidente francese, Emmanuel Macron, sia il vicencancelliere e ministro delle Finanze tedesco, Olaf Scholz, hanno invitato l’Iran alla “prudenza” nel confronto con gli Stati Uniti. E’ quanto scrive il quotidiano tedesco “Handelsblatt”, riferendo del colloquio telefonico avuto ieri, 30 luglio, da Macron con il presidente iraniano Hassan Rohani e riportando alcune dichiarazioni di Scholz.

Durante la conversazione con Rohani, il presidente francese ha affermato che “devono essere create le condizioni per un allentamento della tensione” tra Iran e gli Usa. Macron ha, inoltre, dichiarato che “e’ compito della Francia compiere ogni sforzo per garantire che tutte le parti siano pronte a negoziati aperti”. A tale scopo, Macron “rimane in contatto” con Rohani e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Inoltre, per mantenere in vigore l’accordo sul programma nucleare iraniano (Jcpoa), da cui gli Usa si sono ritirati a maggio dello scorso anno, il capo dello Stato francese sta agendo “in consultazione con Germania e Regno Unito ed e’ in contatto con Russia e Cina”. A sua volta, Scholz ha dichiarato: “La Germania deve fare tutto il possibile per prevenire un ulteriore innalzamento della tensione nel Golfo Persico”. L’obiettivo “di tutti i politici responsabili”, ha proseguito il ministro delle Finanze tedesco, deve essere “osservare la situazione in maniera molto obbiettiva e con molta riflessione”. Per il vicecancelliere tedesco, “non si deve entrare come dei sonnambuli in una crisi ancora piu’ grande”. Pertanto, con riguardo alla tensioni nel Golfo Persico, “il governo tedesco e’ con Francia e Regno Unito”, ha concluso Scholz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com