Giudici più severi sulla condanna degli abusi di un nonno su tre nipotine

Un nonno, 86enne, è stato condannato dal Tribunale di Oristano, per i reati di violenza sessuale continuata e aggravata su tre nipotine, i giudici hanno sentenziato una pena più severa della richiesta del Pubblico Ministero.

La pena decisa a 13 anni e mezzo di reclusione, una sentenza dei giudici – presidente Carla Altieri, a latere Elisa Marras e Andrea Mereu – va oltre le richieste del pubblico ministero Rossella Spano, che aveva concluso la sua requisitoria sollecitando per l’imputato 11 anni di carcere. Secondo la ricostruzione dei fatti, le violenze riconosciute dal Tribunale, erano cominciate nel 1998 quando la prima delle tre vittime aveva appena tre anni. Negli anni successivi l’anziano pensionato rivolse le sue attenzioni anche alle altre due sorelline. Le atrocità pose fine soltanto nel 2012, grazie al coraggio delle giovanissime vittime, che trovarono la forza di raccontare ai genitori l’incubo perpetuato per lungo tempo. L’imputato, che ha sempre respinto le accuse, è stato condannato anche al pagamento una provvisionale di 130 mila euro in favore delle nipoti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com