Gioventù Nazionale su visita On. Zan a Giffoni

“Apprendo dai media – ha dichiarato Alfonso Pepe, Presidente Provinciale di Gioventù Nazionale Salerno –  della presenza dell’On. Alessandro ZAN, ieri a Giffoni in occasione del Giffoni50Plus. La cosa più preoccupante, aldilà dello scopo propagandistico della presenza del parlamentare, sono le sue dichiarazioni che dimostrano scarsa conoscenza anche delle leggi presenti nel nostro ordinamento.

Una testata riporta – continua il giovane dirigente del movimento giovanile di Fratelli d’Italia –  tali dichiarazioni di ZAN “  “L’Italia è in fortissimo ritardo, per non dire in una situazione paradossale. Siamo nel 2021 ed è l’unico grande paese europeo che non si è ancora dotato di una legge contro i crimini d’odio, che sono crimini molto insidiosi. Insieme all’Italia, tra i paesi che non si sono allineati ci sono, ad esempio, la Polonia e l’Ungheria, che non sono certo un esempio di civiltà giuridica”.  Tali affermazioni oltre che essere populiste dimostrano scarsa conoscenza del diritto e delle norme vigenti nel nostro ordinamento.

La legge 205/93 nota come Legge Mancino è stata emanata proprio per combattere i cosiddetti crimini d’odio, questa dell’On. ZAN sembra solamente una uscita fuori luogo al mero scopo propagandistico di accaparrarsi il consenso degli LGBT.

I diritti civili vanno – ha concluso Pepe –  senza dubbio tutelati, ma non si può negare, al solo scopo di fomentare odio e creare consenso, della presenza di norme già presenti nell’ordinamento in tal senso: in più chissà se il parlamentare a Giffoni ha ben spiegato ai ragazzi l’articolo 4 del ddl da lui presentato, e di come limita la libertà di pensiero”.

Circa Redazione

Riprova

‘Tull Quadze’, tutte le donne per le donne afgane

“Siamo pronte a dare spazio e voce alle donne afghane che sono qui con noi, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com