Giornata della Terra: ‘Oggi all’Onu si firma l’accordo sul clima’

Nella Giornata mondiale della Terra, oggi, all’Onu si firma lo storico accordo sul clima, raggiunto a Parigi nel dicembre scorso, per fermare il riscaldamento del Pianeta. Sarà una cerimonia senza precedenti, con 165 capi di Stato o di governo, un numero record dal 1982, quando 119 Stati siglarono la Convenzione sul mare,   con il premier Renzi e il ministro dell’Ambiente Galletti, che in un tweet dice: ‘Siamo orgogliosi di Italia leader in green economy e rinnovabili’.  L’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. La Giornata della Terra, nata il 22 aprile 1970, momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: ‘L’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate’. Il 22 aprile 1970, ispirandosi a questo principio, 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra. I gruppi che singolarmente avevano combattuto contro l’inquinamento da combustibili fossili, contro l’inquinamento delle fabbriche e delle centrali elettriche, i rifiuti tossici, i pesticidi, la progressiva desertificazione e l’estinzione della fauna selvatica, improvvisamente compresero di condividere valori comuni. Migliaia di college e università organizzarono proteste contro il degrado ambientale. Da allora il 22 aprile prese il nome di Earth Day, la Giornata della Terra. Nel corso degli anni la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo con l’affermazione della ‘Green Generation’ che guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali. Oggi, tutti i leader metteranno la propria firma come impegno ufficiale al raggiungimento dell’obiettivo di restare ben al di sotto dei 2 gradi di aumento della temperatura rispetto ai livelli pre-industriali, e se possibile contenerlo entro 1,5 gradi. Per frenare il global warming, la strada è ridurre fino ad azzerare entro la seconda metà del secolo le emissioni di gas a effetto serra mettendo un freno ai combustibili fossili e dando slancio alle rinnovabili. Dopo il sigillo messo oggi al Palazzo di Vetro, ciascun Paese dovrà poi ratificare l’accordo a livello nazionale. In Italia ci dovrà essere il via libera del Parlamento.  Per la Giornata della Terra sono previste manifestazioni di sensibilizzazione in tutto il mondo. A Roma, a Villa Borghese, si apre il ‘Villaggio per la Terra’ con quattro giorni di eventi, fino al 25 aprile, dedicati alla tutela del pianeta e alla solidarietà. Sarà trasmessa anche la diretta video dal palazzo dell’Onu di New York della firma dell’Accordo con un collegamento con il ministro Galletti. Fra gli eventi cardine il Concerto per la Terra del rapper Rocco Hunt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com