‘Giornata del pizzaiuolo’: festeggiamenti a Sant’Antuono

Non tutti sanno che Sant’Antuono, tra i santi particolarmente cari al popolo della Campania e del Sud, è il protettore dei pizzaiuoli.
È quindi proprio giovedì prossimo che verrà festeggiato il pizzaiuolo, detentore di un’arte che ha finalmente ottenuto dopo tante battaglie – grazie alla mobilitazione di una grande e determinata categoria e di tutti coloro che credono nel suo specifico valore – il riconoscimento quale patrimonio immateriale dell’Umanità. Un orgoglio per l’esercito dei pizzaiuoli dei cinque continenti, di cui andare ovviamente fieri.
Giovedi, alle ore 19, nei locali de “Il Piccantino” a Quarto, in provincia di Napoli (via Casalanno 108) pizzaiuoli a raccolta per festeggiare la “Giornata del Pizzaiuolo”. In programma, grandi festeggiamenti e altrettanto grande coinvolgimento.
L’evento è organizzato dall’APN, Associazione Pizzaiuoli Napoletani, con i patrocini di Comune di Napoli, Associazione Pizza Verace e Fondazione UniVerde.
L’appuntamento di giovedì fornirà ai pizzaiuoli – ai quali è strettamente riservato – un’importante occasione per riunirsi, festeggiare e confrontarsi, nella meritata e significativa Giornata a loro dedicata.
“La scelta di festeggiare anche in provincia, è stata fortemente voluta per sollecitare l’estensione dei festeggiamenti ovunque esista un Pizzaiuolo Napoletano e non solo nella città di Napoli” spiega Sergio Miccù, presidente APN e tra i più importanti esponenti a livello mondiale, del Mondo della Pizza.
Optare per una location fuori delle mura cittadine, intende significare l’universalità della figura del pizzaiuolo, custode di un’arte antica che ha ricevuto ultimamente i meritati tributi e massimi riconoscimenti a livello planetario.
Al tempo stesso, si collega alla Storia di un Popolo che ha varcato tutti i confini, abbattendoli proprio grazie alla Pizza, quale strumento di Unione tra le Genti, di Eguaglianza e pure di Riscatto in nome del Bene.
È, ancora, testimonianza e simbolo dell’esercizio di un lavoro che richiede particolare passione e costante sacrificio, oltre che specifica competenza e rispetto per ciò che rappresenta e per l’impegno profuso nei secoli e ovunque, dai tanti artigiani della Pizza, che soltanto in questi tempi sono finalmente riusciti a conquistare un ruolo e una dignità comuni, di tutto rispetto.
Teresa Lucianelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com