Giorgetti e misure al vaglio cul caro carburanti

Intervenuto mercoledì 22 giugno nel question time alla Camera, il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti ha indicato che il Governo vaglia alcune misure per fronteggiare il caro carburanti, giunto a un tale livello da aver azzerato i ribassi di 30,5 centesimi disposti dall’esecutivo lo scorso 21 marzo e poi prorogati fino al prossimo 8 luglio.

Tra le possibilità valutate una consiste nel regime di amministrazione dei prezzi. Magari sotto forma di un “price cap”, come suggerito dal Centro Studi della CGIA di Mestre, che – ricorda il numero uno del MISE – non è nemmeno nuovo nella politica economica nazionale. Difatti, il sistema era rimasto in vigore fino al 30 aprile 1993. Da quel momento in poi si è smesso di applicarlo, con il passaggio alla liberalizzazione di mercato.

Secondo Giancarlo Giorgetti non si tratta, però, di un’idea tanto convincente, dato lo scenario di crisi mondiale dei prezzi dei prodotti energetici. “Non è facile prevederne le conseguenze, tenuto conto delle strette interconnessioni fra le aziende del comparto petrolifero e quelle degli altri settori produttivi, dell’industria e del terziario”, ha dichiarato il massimo esponente dello Sviluppo Economico.

Circa Redazione

Riprova

Gas, migliaia di aziende senza contratto

Migliaia di aziende si preparano ad affrontare l’inverno senza un contratto di fornitura di gas. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com