Gedi, Cir in trattativa con Exor per vendere la quota di controllo

E’ in corso una trattativa tra Cir ed Exor per la vendita della quota di controllo di Gedi. La notizia, riportata dai media, è stata confermata dai diretti interessati anche se ancora non c’è niente di ufficiale. Convocato d’urgenza un Consiglio di amministrazione straordinario da parte della Cir per decidere se accettare o rifiutare la proposta avanzata dalla famiglia Agnelli.

La notizia è stata confermata dalla stessa Cir in una nota, citata dall’Ansa: “In riferimento alle indiscrezioni apparse su alcuni organi di stampa riguardante la partecipazione della nostra azienda, informiamo che sono in corso discussioni con Exor per il riassetto dell’azionarato di Gedi“. “Il Consiglio di Amministrazione – prosegue la nota – è stato convocato per il prossimo 2 dicembre con l’intento di esaminare tale possibile operazione e all’esito dello stesso saranno fornite al mercato le opportune comunicazioni“. Ricordiamo che Cir possiede il 43,78% del capitale ordinario della società editrice mentre Exor ha il 5,992%.

 Nella serata di ieri è arrivato anche un comunicato da parte del consiglio di redazione di Repubblica: “Alla luce del comunicato sul possibile riassetto dell’azionarato di Gedi, il Cdr di Repubblica si impegna a tutelare in tutte le sedi l’autonomia, l’indipendenza, la libertà dei giornalisti e a difendere la storia di Repubblica e ciò che rappresenta sin dal giorno della fondazione: un presidio democratico del Paese“.

“Il Cdr – si legge nel comunicato – si opporrà a qualsiasi tentativo di imporre ulteriori sacrifici a una redazione giù provata da tagli e stati di crisi, ai quali ha reagito in questi anni con straordinario senso di responsabilità, professionalità e abnegazione“. La trattativa è in corso e nella giornata di lunedì ci potrebbero essere importanti novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com