Gdf Livorno, 22 indagati per frode al fisco tra Cecina e Londra

La Guardia di Finanza di Livorno ha scoperto, nel settore del commercio di legno combustibile, un giro di fatture false per compensare l’Iva. Il bilancio dell’operazione è di 22 indagati per frode al fisco di cui 3 per riciclaggio e 2 per autoriciclaggio in criptovalute tra Cecina e Londra.

Oltre 100 imprenditori coinvolti in un giro di documenti fasulli per 93 milioni di euro, con tre professionisti concorrenti in un ‘carosello’ di società di comodo in 12 paesi europei. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato terreni e capannoni per oltre 6 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com